skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il Premio Sakharov 2019 va a Ilham Tohti

Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli e i presidenti dei gruppi politici hanno assegnato a Ilham Tohti il Premio Sakharov per la libertà di pensiero 2019. La cerimonia di premiazione si terrà a Strasburgo il 18 dicembre.

La Conferenza dei Presidenti ha deciso oggi di assegnare il Premio Sakharov 2019 a Ilham Tohti, economista uiguro che ha dedicato la sua vita a rivendicare i diritti della sua minoranza in Cina. Nel 2014 è stato condannato al carcere a vita: il Parlamento europeo ne chiede il rilascio immediato.

Leggi il comunicato stampa
Premio Sakharov 2019 | L'annuncio in Plenaria del Presidente David Sassoli
 

Gli altri finalisti del Premio Sakharov 2019

I finalisti del Premio del Parlamento europeo per la libertà di pensiero erano, oltre al vincitore Ilham Tohti, i brasiliani Marielle Franco , attivista politica e combattente per i diritti umani assassinata a maggio 2018,  Chief Raoni, uno dei capi del popolo Kayapo, figura emblematica della lotta contro la deforestazione in Amazzonia, e l’attivista che lotta per la difesa dell’ambiente e dei diritti umani  Claudelice Silva dos Santos ; The Restorers , un gruppo di cinque studentesse keniane - Stacy Owino, Cynthia Otieno, Purity Achieng, Mascrine Atieno e Ivy Akinyi - che hanno sviluppato i-Cut, una applicazione per venire in aiuto delle ragazze vittime di mutilazione genitale.

Scopri di più sui finalisti del Premio Sakharov 2019
 

Articolo pubblicato il 24 ottobre 2019