skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Rassegna Premio LUX a Capalbio

Tre pellicole finaliste del Premio LUX del Parlamento europeo saranno proiettate al Cinema Sala Tirreno di Borgo Carige - Capalbio (GR) il 7, 14 e 29 agosto. Si tratta, nell'ordine, di Miele, Styx e Io sono Lì. L'ingresso è gratuito. Vi aspettiamo!

 .

Se amate il buon cinema europeo, questa rassegna fa per voi. Potrete vedere, o rivedere, tre film inseriti nel catalogo Premio LUX, il premio cinematografico del Parlamento europeo che dal 2007 promuove la circolazione delle opere filmiche europee.

Le pellicole, una delle quali vincitrice dell'edizione LUX 2012 (Io sono Lì di Andrea Segre), sono state selezionate in anni diversi tra le finaliste della competizione.  

L'iniziativa è patrocinata dal Comune di Capalbio e organizzata in collaborazione con il l'Ufficio in Italia del Parlamento europeo e il Premio LUX.

 

Calendario delle proiezioni

  • mercoledì 7 agosto Miele di Valeria Golino - film finalista ed. 2013
  • mercoledì 14 agosto STIX di Wolfgang Fischer - film finalista ed. 2018 (proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano)
  • giovedì 29 agosto Io sono Lì di Andrea Segre - film vincitore ed. 2012

Le proiezioni si svolgeranno al

CINEMA SALA TIRRENO
Piazza della Repubblica, 9
Capalbio Fraz. Borgo Carige (GR)

con inizio alle ore 21,15

L'ingresso è gratuito

 

Le sinossi dei tre film

Miele

Irene/Miele è una trentenne il cui lavoro clandestino consiste nell’aiutare i malati terminali a porre fine alla propria vita con dignità. Un giorno a richiederle la “dose fatale” è un uomo sano, per quanto avanti negli anni, che pur godendo di buona salute ritiene di avere vissuto abbastanza. Irene è determinata a non essere responsabile per il suo suicidio: "Io aiuto i malati, non sono un sicario", dirà a Grimaldi. L'incontro metterà in discussione le convinzioni di Irene, e tra i due si e instaurerà un difficile ma intenso rapporto.

di Valeria Golino
Italia, Francia | 100 min. | 2013
Cast: Jasmine Trinca (Irene/Miele) | Carlo Cecchi (Carlo Grimaldi) | Libero De Rienzo (Rocco) | Vinicio Marchioni (Stefano) | Iaia Forte (Clelia)

STIX

Rike ha 40 anni ed è un medico; incarna il tipico modello occidentale che cerca continuamente felicità e successo. È istruita, sicura e determinata. Seguiamo il suo lavoro come medico d'urgenza, prima che realizzi un sogno da lungo tempo inseguito salpando in solitaria con la sua barca a vela. Il suo obiettivo: l'isola di Ascensione nell'Oceano Atlantico. Ma la sua vacanza da sogno viene presto interrotta in alto mare quando, dopo una tempesta, si trova vicino a un peschereccio che sta affondando. Ci sono circa un centinaio di persone che stanno per affogare. Rike cerca di usare la radio per chiedere aiuto. Ma poiché non riesce in alcun modo a risolvere la situazione, è costretta a prendere una decisione che potrebbe esserle fatale.

di Wolfgang Fischer
Germania, Austria | 94 min. | 2018
Cast: Susanne Wolff (Rike) | Gedion Oduor Wekesa (Kingsley)

Io sono Lì

È la storia dell’amicizia romantica tra una giovane donna cinese immigrata e un pescatore di origini slave. Shun Li lavora in un laboratorio tessile nella periferia romana, per riscattare il suo debito e permettere al figlio di 8 anni di raggiungerla in Italia dalla Cina. L’organizzazione decide di trasferirla a Chioggia, vicino Venezia, per lavorare come cameriera in un’osteria frequentata da pescatori. Uno di questi, Bepi, iugoslavo immigrato da 30 anni e soprannominato “il Poeta”, diventa suo amico; la relazione però è mal vista sia dalla comunità locale che da quella cinese. A causa delle pressioni esterne, Li e Bepi saranno costretti a interrompere la loro relazione.

di Andrea Segre
Italia, Francia | 100 min | 2012
Cast: Zhao Tao (Shun Li) | Rade Serbedzija (Bepi) | Marco Paolini (Coppe) | Roberto Citran (l’Avvocato) | Giuseppe Battiston (Devis)

 

Il Premio LUX

La cultura riveste un ruolo fondamentale nella costruzione delle nostre società. Consente una migliore comprensione reciproca e ci aiuta a rispettare la diversità accomunandoci.
Il cinema è lo specchio della società odierna e spesso della società futura: racconta storie, talvolta le nostre storie. Il film ci ricorda persone, luoghi, avvenimenti e momenti della nostra vita. Ci commuove e ci ispira, ampliando i nostri orizzonti. Arricchisce il dibattito e talvolta lo crea.

È per questo motivo che nel 2007 il Parlamento europeo ha lanciato il Premio LUX per il cinema, con l'intento di migliorare la distribuzione dei film in tutta Europa stimolando la riflessione e il dibattito su scala europea. Il Premio persegue due obiettivi principali: in primo luogo, focalizzare il dibattito pubblico sull'Unione europea e le sue politiche e, in secondo luogo, sostenere la circolazione di (co)produzioni europee all'interno dell'Unione.

3 film, 24 lingue, 28 paesi

L'iniziativa del Parlamento europeo è unica perché crea una piattaforma di condivisione sui temi sollevati dai film e consente ai cittadini di guardare i film nella propria lingua. In generale infatti sono pochissimi i film europei che possono superare le barriere linguistiche e raggiungere il pubblico voluto su così ampia scala.

Il Parlamento europeo è attivamente impegnato a promuovere la diversità culturale e linguistica. I suoi poteri legislativi gli conferiscono un ruolo cruciale nella definizione delle politiche dell'Unione europea che incidono sulla vita quotidiana di 500 milioni di cittadini. Le sue competenze abbracciano questioni chiave come l'immigrazione, l'integrazione, la povertà, la libertà di espressione, i diritti della donna e altro ancora.

Il Premio LUX è un modo innovativo di comunicare con approcci diversi su questi importanti settori della politica europea e di sostenere la diversità culturale e linguistica con un'iniziativa concreta.

Con questo premio il PE promuove la distribuzione dei 3 film finalisti sottotitolandoli nelle 24 lingue ufficiali e fornendoli in formato digitale (DCP) a ciascun paese.

Per sapere di più sul Premio LUX, cliccare su questo link.