Flavio ZANONATO : 8ª legislatura 

Gruppi politici 

  • 01-07-2014 / 01-07-2019 : Gruppo dell'Alleanza progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo - Membro

Partiti nazionali 

  • 01-07-2014 / 29-03-2017 : Partito Democratico (Italia)
  • 30-03-2017 / 01-07-2019 : Articolo UNO – Movimento Democratico e Progressista (Italia)

Deputati 

  • 01-07-2014 / 18-01-2017 : Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia
  • 14-07-2014 / 01-07-2019 : Delegazione per le relazioni con l'India
  • 19-01-2017 / 01-07-2019 : Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia

Membro sostituto 

  • 08-07-2014 / 05-10-2015 : Commissione per i bilanci
  • 14-07-2014 / 01-07-2019 : Delegazione per le relazioni con l'Iran
  • 06-10-2015 / 18-01-2017 : Commissione per l'occupazione e gli affari sociali
  • 21-01-2016 / 04-04-2017 : Commissione d'inchiesta sulla misurazione delle emissioni nel settore automobilistico
  • 19-01-2017 / 01-07-2019 : Commissione per l'occupazione e gli affari sociali

Attività parlamentari principali 

Relazioni in quanto relatore 
In seno alla commissione parlamentare competente viene nominato un relatore incaricato di elaborare un progetto di relazione su proposte legislative o di bilancio o su altre questioni. Nel redigere la relazione, i relatori possono avvalersi della consulenza dei pertinenti esperti o soggetti interessati. I relatori sono inoltre responsabili di elaborare gli emendamenti di compromesso e di condurre i negoziati con i relatori ombra. Le relazioni approvate in commissione sono quindi esaminate e votate in Aula. Articolo 55 del regolamento

Relazioni in quanto relatore ombra 
Per ogni relazione i gruppi politici nominano in seno alla commissione competente un relatore ombra per seguire i progressi e negoziare testi di compromesso con il relatore. Articolo 215 del regolamento

Pareri in quanto relatore ombra 
I gruppi politici possono nominare, per ogni parere, un relatore ombra per seguire i progressi e negoziare testi di compromesso con il relatore. Articolo 215 del regolamento

PARERE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il programma Diritti e valori  
- EMPL_AD(2018)627615 -  
-
EMPL 
PARERE sulla modernizzazione dell'istruzione nell'Unione europea  
- EMPL_AD(2018)618003 -  
-
EMPL 
PARERE sullo stato degli stock ittici e la situazione socio-economica del settore della pesca nel Mediterraneo  
- EMPL_AD(2016)585527 -  
-
EMPL 

Proposte di risoluzione 
Le proposte di risoluzione vertono su tematiche di attualità e possono essere presentate su richiesta di una commissione, di un gruppo politico o di almeno il 5 % dei membri che compongono il Parlamento. Esse sono poste in votazione in Aula. Articoli 132, 136, 139 e 144 del regolamento

Interrogazioni orali 
Una commissione, un gruppo politico o almeno il 5 % dei membri che compongono il Parlamento possono rivolgere interrogazioni con richiesta di risposta orale seguita da discussione alla Commissione europea, al Consiglio o al vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione. Articolo 136 del regolamento

Altre attività parlamentari 

Dichiarazioni di voto scritte 
I deputati possono rilasciare una dichiarazione scritta sul proprio voto in Aula. Articolo 194 del regolamento

Assistenza UE allo sviluppo nel settore dell'istruzione (A8-0327/2018 - Vincent Peillon)  
 

Ho votato a favore di questa risoluzione, il cui scopo principale è quello di mettere l'educazione al centro delle politiche europee di sviluppo, non solo perché trovo che essa sia un diritto umano fondamentale, ma anche in quanto necessaria per lo sviluppo economico e per la riduzione delle disuguaglianze, per l'uguaglianza di genere e l'inclusione delle persone con disabilità e per il raggiungimento degli altri obiettivi di sviluppo sostenibile. Concordo, inoltre, con la volontà di istituire strumenti di finanziamento innovativi che possano sostenere i sistemi di istruzione nazionali. Concludendo, auspico che questi strumenti vengano adeguatamente implementati negli Stati Membri per far sì che tutte le persone, indipendentemente da sesso, appartenenza etnica, lingua, religione, opinioni politiche, disabili, migranti, abbiano accesso a un'istruzione e ad opportunità di apprendimento, inclusive ed eque.

Norme minime per le minoranze nell'UE (A8-0353/2018 - József Nagy)  
 

Ho ritenuto particolarmente importante votare a favore di questa risoluzione perché considero necessaria l'elaborazione di una direttiva in materia di norme minime per la tutela delle minoranze, soprattutto per contrastare fenomeni crescenti di incitamento all'odio e alla discriminazione. Ritengo in modo particolare che democrazia debba significare rispetto per l'identità del singolo. Se, infatti, l'UE vuole davvero garantire la democrazia e lo Stato di diritto allora deve elaborare un meccanismo strutturato per far sì che tutte le minoranze vengano adeguatamente tutelate. Mi rallegro inoltre dei risultati ottenuti dal gruppo dei Socialisti e Democratici in sede di negoziazione, essendo esso riuscito ad allargare consistentemente la portata della proposta, i diritti e i contesti a cui si riferisce. In conclusione, non esistendo alcuna norma comune dell'Unione per i diritti delle minoranze, sottolineo la necessità di lavorare al fine di trovare delle strategie concrete per tutelare tutte le minoranze nazionali, etniche, religiose e linguistiche.

Digitalizzazione al servizio dello sviluppo: ridurre la povertà per mezzo della tecnologia (A8-0338/2018 - Bogdan Brunon Wenta)  
 

Questa risoluzione sottolinea il potenziale che la digitalizzazione ha nel contesto dello sviluppo e dell'assistenza umanitaria e ribadisce quindi come portare avanti la lotta contro la povertà attraverso l'utilizzo sempre maggiore di nuove tecnologie. Ho votato dunque a favore di questa proposta perché trovo che che qualsiasi strategia digitale debba essere pienamente in linea con l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e contribuire alla sua realizzazione con particolare riferimento ad alcuni obiettivi riguardanti l'istruzione di qualità, il conseguimento della parità di genere, il lavoro dignitoso e la crescita economica, l'industria e l'innovazione. L'utilizzo delle tecnologie digitali tuttavia risulta fondamentale, ma a condizione che si intervenga per contrastare gli effetti negativi di queste ultime, come l'automatizzazione del lavoro e i relativi effetti per l'occupazione, l'esclusione e la disuguaglianza digitali, la sicurezza informatica, la riservatezza dei dati e le questioni normative. Auspico quindi in un partenariato globale, regionale, nazionale e locale rafforzato tra soggetti sia governativi che scientifici, economici e della società civile al fine di implementare tale potenziale tecnologico.

Interrogazioni scritte 
I deputati possono rivolgere un numero definito di interrogazioni con richiesta di risposta scritta al Presidente del Consiglio europeo, al Consiglio, alla Commissione e al vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione. Articolo 138 e allegato III del regolamento

Dichiarazioni scritte (fino al 16 gennaio 2017) 
**Questo strumento non esiste più dal 16 gennaio 2017** Una dichiarazione scritta era un'iniziativa riguardante un argomento rientrante fra le competenze dell'Unione europea. Poteva essere cofirmata dai deputati entro tre mesi dalla sua pubblicazione.

Dichiarazione scritta sul raddoppiamento della capacità del gasdotto Nord Stream  
- P8_DCL(2016)0023 - Decaduta  
Claude TURMES , Petras AUŠTREVIČIUS , Reinhard BÜTIKOFER , Gunnar HÖKMARK , Zdzisław KRASNODĘBSKI , Gabrielius LANDSBERGIS , Miroslav POCHE , Bronis ROPĖ , Jacek SARYUSZ-WOLSKI , Pavel TELIČKA , Johannes Cornelis van BAALEN , Flavio ZANONATO  
Data di apertura : 07-03-2016
Scadenza : 07-06-2016
Numero di firmatari : 182 - 08-06-2016
Dichiarazione scritta sul turismo europeo  
- P8_DCL(2015)0047 - Decaduta  
Ivan JAKOVČIĆ , Isabella DE MONTE , Remo SERNAGIOTTO , Igor ŠOLTES , Martina DLABAJOVÁ , Claudia ȚAPARDEL , Franc BOGOVIČ , Davor ŠKRLEC , Jozo RADOŠ , Gesine MEISSNER , Kaja KALLAS , Angelika MLINAR , António MARINHO E PINTO , Ilhan KYUCHYUK , Maite PAGAZAURTUNDÚA , Ulrike MÜLLER , Flavio ZANONATO , Enrico GASBARRA , István UJHELYI  
Data di apertura : 07-09-2015
Scadenza : 07-12-2015
Numero di firmatari : 100 - 08-12-2015
Dichiarazione scritta sulla protezione del settore europeo dell'olio d'oliva e dell'olivicoltura  
- P8_DCL(2015)0031 - Decaduta  
Ivan JAKOVČIĆ , Tonino PICULA , Nicola DANTI , Lampros FOUNTOULIS , Nicola CAPUTO , Franc BOGOVIČ , Maite PAGAZAURTUNDÚA , Alessia Maria MOSCA , Michela GIUFFRIDA , Enrico GASBARRA , Ivo VAJGL , Marco ZULLO , Simona BONAFÈ , Nikos ANDROULAKIS , Davor Ivo STIER , Milan ZVER , Fernando MAURA BARANDIARÁN , Ulrike MÜLLER , Elena GENTILE , Salvatore Domenico POGLIESE , Ivana MALETIĆ , Lara COMI , Rosa D'AMATO , Igor ŠOLTES , Jozo RADOŠ , Ruža TOMAŠIĆ , Dubravka ŠUICA , Flavio ZANONATO , Alberto CIRIO , Daniela AIUTO , Marco AFFRONTE , Eva KAILI , Remo SERNAGIOTTO , Barbara MATERA  
Data di apertura : 07-09-2015
Scadenza : 07-12-2015
Numero di firmatari : 101 - 08-12-2015

Dichiarazioni 

Dichiarazione di interessi finanziari