Alessia Maria MOSCA : 8ª legislatura 

Gruppi politici 

  • 01-07-2014 / 01-07-2019 : Gruppo dell'Alleanza progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo - Membro

Partiti nazionali 

  • 01-07-2014 / 01-07-2019 : Partito Democratico (Italia)

Vicepresidente 

  • 13-10-2014 / 01-07-2019 : Delegazione per le relazioni con la penisola arabica

Deputati 

  • 01-07-2014 / 18-01-2017 : Commissione per il commercio internazionale
  • 14-07-2014 / 12-10-2014 : Delegazione per le relazioni con la penisola arabica
  • 19-01-2017 / 01-07-2019 : Commissione per il commercio internazionale

Membro sostituto 

  • 08-07-2014 / 18-01-2017 : Commissione per i problemi economici e monetari
  • 14-07-2014 / 01-07-2019 : Delegazione per le relazioni con gli Stati Uniti
  • 19-01-2017 / 01-07-2019 : Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia

Attività parlamentari principali 

Relazioni in quanto relatore 
In seno alla commissione parlamentare competente viene nominato un relatore incaricato di elaborare un progetto di relazione su proposte legislative o di bilancio o su altre questioni. Nel redigere la relazione, i relatori possono avvalersi della consulenza dei pertinenti esperti o soggetti interessati. I relatori sono inoltre responsabili di elaborare gli emendamenti di compromesso e di condurre i negoziati con i relatori ombra. Le relazioni approvate in commissione sono quindi esaminate e votate in Aula. Articolo 55 del regolamento

Pareri in quanto relatore 
Le commissioni possono elaborare un parere sulla relazione della commissione competente in cui trattano aspetti rientranti nelle proprie attribuzioni. I relatori per parere sono inoltre responsabili di elaborare gli emendamenti di compromesso e di condurre i negoziati con i relatori per parere ombra. Articoli 56 e 57 e allegato VI del regolamento

PARERE sulle raccomandazioni alla Commissione europea sui negoziati relativi all'Accordo sugli scambi di servizi (TiSA)  
- ECON_AD(2015)567692 -  
-
ECON 
PARERE sulla possibile estensione della protezione delle indicazioni geografiche dell'Unione europea ai prodotti non agricoli  
- INTA_AD(2015)554841 -  
-
INTA 

Pareri in quanto relatore ombra 
I gruppi politici possono nominare, per ogni parere, un relatore ombra per seguire i progressi e negoziare testi di compromesso con il relatore. Articolo 215 del regolamento

PARERE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 469/2009 sul certificato protettivo complementare per i medicinali  
- INTA_AD(2018)628707 -  
-
INTA 
PROGETTO DI PARE sulla relazione annuale sul controllo delle attività finanziarie della BEI  
- INTA_AD(2018)627876 -  
-
INTA 
PARERE sulla relazione interlocutoria sul QFP 2021-2027 – Posizione del Parlamento in vista di un accordo  
- INTA_AD(2018)626928 -  
-
INTA 

Proposte di risoluzione 
Le proposte di risoluzione vertono su tematiche di attualità e possono essere presentate su richiesta di una commissione, di un gruppo politico o di almeno il 5 % dei membri che compongono il Parlamento. Esse sono poste in votazione in Aula. Articoli 132, 136, 139 e 144 del regolamento

Interrogazioni orali 
Una commissione, un gruppo politico o almeno il 5 % dei membri che compongono il Parlamento possono rivolgere interrogazioni con richiesta di risposta orale seguita da discussione alla Commissione europea, al Consiglio o al vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione. Articolo 136 del regolamento

Altre attività parlamentari 

Dichiarazioni di voto scritte 
I deputati possono rilasciare una dichiarazione scritta sul proprio voto in Aula. Articolo 194 del regolamento

Risorse della dotazione specifica per l'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile (A8-0085/2019 - Iskra Mihaylova)  
 

. – L'obiettivo della proposta è quello di adeguare gli importi delle risorse disponibili per la coesione economica, sociale e territoriale, l'importo delle risorse per la dotazione specifica per l'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile (IOG) e la ripartizione annuale degli stanziamenti al fine di tenere conto dell'aumento delle risorse della IOG, in linea con il bilancio adottato per il 2019.
Più precisamente, gli stanziamenti d'impegno per la dotazione specifica destinata alla IOG dovrebbero essere aumentati di 116,7 milioni di EUR, il che porta l'importo complessivo per il 2019 a 350 milioni (la IOG fornisce un sostegno ai giovani che vivono in regioni in cui la disoccupazione giovanile era superiore al 25 % nel 2012.).
Siamo a favore della relazione in quanto l'occupazione e le possibilità di impiego tra i giovani sono due tra i principali obiettivi a cui aspiriamo. Sosteniamo la proposta perché comprende i necessari adeguamenti tecnici successivi all'adozione del bilancio 2019 che aumenta le risorse della dotazione specifica della IOG.
Inoltre, per facilitare la programmazione e garantire una buona attuazione delle maggiori risorse, essa introduce la possibilità per gli Stati membri di trasferire una parte delle risorse aggiuntive per la costituzione del corrispondente sostegno del FSE.

Istituzione dello strumento di vicinato, cooperazione allo sviluppo e cooperazione internazionale (A8-0173/2019 - Pier Antonio Panzeri, Cristian Dan Preda, Frank Engel, Charles Goerens)  
 

. – La proposta della Commissione per uno strumento per il vicinato, lo sviluppo e la cooperazione Internazionale (NDICI) raccoglie la maggior parte degli attuali strumenti di finanziamento esterno dell'UE.
La relazione tratta tre aspetti principali: una migliore governance e un ruolo più forte per il Parlamento europeo; obiettivi più chiari e distinti per le diverse politiche; razionalizzazione della riserva di flessibilità per assicurare un più accurato esame democratico.
Con una proposta di bilancio di 93,154 miliardi di EUR per il periodo 2021-2027, il nuovo strumento finanziario incanalerebbe i fondi dell'azione esterna dell'Unione europea per supportare lo sviluppo, gli obiettivi ambientali e climatici e per promuovere la democrazia, lo Stato di diritto e i diritti umani.
Siamo quindi a favore della relazione perché riteniamo importante che i finanziamenti dell'azione esterna sostengano e promuovano quanto detto. L'NDICI unisce la maggior parte degli attuali strumenti finanziari esterni dell'Unione in un unico strumento più vasto.
Inoltre sosteniamo la relazione perché, una volta in essere, sarà il principale strumento per promuovere la cooperazione con i paesi extra-UE nel vicinato, oltre che per implementare gli impegni internazionali che derivano dagli obiettivi di sviluppo sostenibile 2030 e dall'accordo di Parigi sul cambiamento climatico.

Fondo europeo di sviluppo regionale e Fondo di coesione (A8-0094/2019 - Andrea Cozzolino)  
 

. – Il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) ed il Fondo di coesione (FC) sono i principali strumenti di finanziamento pubblico in Europa per il periodo 2021-2027. Il Parlamento europeo ha chiesto in totale almeno 272 411 milioni di euro corrispondenti a circa un quarto del prossimo Quadro finanziario pluriennale (QFP). Sosteniamo i fondi in quanto lo scopo è quello di creare un altro milione di posti di lavoro, come è già avvenuto per il periodo 2007-2013.
Riteniamo che la politica di coesione sia fondamentale in quanto si trova al cuore dell'idea di Unione europea fin dai suoi arbori: l'obiettivo è che tutte le 274 regioni europee raggiungano un alto livello in diversi settori, tra cui innovazione, azione per il clima, trasporto e questioni sociali.
Siamo in prima linea nella lotta per ottenere un programma di finanziamenti giusto, equo e sostenibile per affrontare le sfide emergenti della nostra società. I finanziamenti per le aree urbane sostenibili sono quasi raddoppiati (sono passati dal 6 al 10%) e, per la prima volta, il 5% del FESR è stato assegnato alle aree non urbane.
Inoltre, abbiamo raggiunto una maggiore flessibilità nel quadro attuale del Patto di stabilità e crescita per i finanziamenti pubblici.

Interrogazioni scritte 
I deputati possono rivolgere un numero definito di interrogazioni con richiesta di risposta scritta al Presidente del Consiglio europeo, al Consiglio, alla Commissione e al vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione. Articolo 138 e allegato III del regolamento

Interrogazioni alla BCE e concernenti l'MVU e l'SRM 
I deputati possono rivolgere alla BCE interrogazioni con richiesta di risposta scritta e presentare interrogazioni concernenti il meccanismo di vigilanza unico e il meccanismo di risoluzione unico. Tali interrogazioni sono innanzitutto presentate al presidente della commissione competente. Articoli 140 e 141 e allegato III del regolamento

Proposte di risoluzione individuali  
Ogni deputato può presentare una proposta di risoluzione su un argomento rientrante nell'ambito delle attività dell'Unione europea. Le proposte ricevibili sono deferite alla commissione competente, la quale decide sulla procedura. Articolo 143 del regolamento

Dichiarazioni scritte (fino al 16 gennaio 2017) 
**Questo strumento non esiste più dal 16 gennaio 2017** Una dichiarazione scritta era un'iniziativa riguardante un argomento rientrante fra le competenze dell'Unione europea. Poteva essere cofirmata dai deputati entro tre mesi dalla sua pubblicazione.

Dichiarazione scritta sulla necessità di sostenere e promuovere l'occupabilità dei giovani nella regione euromediterranea  
- P8_DCL(2016)0116 - Decaduta  
Tokia SAÏFI , Mariya GABRIEL , Santiago FISAS AYXELÀ , Lorenzo CESA , Brando BENIFEI , Alessia Maria MOSCA , Inés AYALA SENDER , Marielle de SARNEZ , Ivo VAJGL , María Teresa GIMÉNEZ BARBAT , Marie-Christine VERGIAT , Fabio Massimo CASTALDO  
Data di apertura : 24-10-2016
Scadenza : 24-01-2017
Numero di firmatari : 88 - 25-01-2017
Dichiarazione scritta sull'acqua potabile come diritto fondamentale  
- P8_DCL(2016)0071 - Decaduta  
Aldo PATRICIELLO , Alessandra MUSSOLINI , Marek PLURA , Ivo VAJGL , Filiz HYUSMENOVA , Nessa CHILDERS , Romana TOMC , Viorica DĂNCILĂ , Damian DRĂGHICI , Laurenţiu REBEGA , Marlene MIZZI , Alessia Maria MOSCA , Rolandas PAKSAS , Enrico GASBARRA , Alberto CIRIO , Fulvio MARTUSCIELLO , Remo SERNAGIOTTO , Giovanni LA VIA , Demetris PAPADAKIS , Hugues BAYET , Marian-Jean MARINESCU , Maite PAGAZAURTUNDÚA , Biljana BORZAN , Victor NEGRESCU , Fabio Massimo CASTALDO , Milan ZVER , Svetoslav Hristov MALINOV , Igor ŠOLTES , Ivan JAKOVČIĆ , Patricija ŠULIN , Dominique BILDE , Monika SMOLKOVÁ , Marc TARABELLA  
Data di apertura : 12-09-2016
Scadenza : 12-12-2016
Numero di firmatari : 78 - 13-12-2016
Dichiarazione scritta sulla protezione del settore europeo dell'olio d'oliva e dell'olivicoltura  
- P8_DCL(2015)0031 - Decaduta  
Ivan JAKOVČIĆ , Tonino PICULA , Nicola DANTI , Lampros FOUNTOULIS , Nicola CAPUTO , Franc BOGOVIČ , Maite PAGAZAURTUNDÚA , Alessia Maria MOSCA , Michela GIUFFRIDA , Enrico GASBARRA , Ivo VAJGL , Marco ZULLO , Simona BONAFÈ , Nikos ANDROULAKIS , Davor Ivo STIER , Milan ZVER , Fernando MAURA BARANDIARÁN , Ulrike MÜLLER , Elena GENTILE , Salvatore Domenico POGLIESE , Ivana MALETIĆ , Lara COMI , Rosa D'AMATO , Igor ŠOLTES , Jozo RADOŠ , Ruža TOMAŠIĆ , Dubravka ŠUICA , Flavio ZANONATO , Alberto CIRIO , Daniela AIUTO , Marco AFFRONTE , Eva KAILI , Remo SERNAGIOTTO , Barbara MATERA  
Data di apertura : 07-09-2015
Scadenza : 07-12-2015
Numero di firmatari : 101 - 08-12-2015

Dichiarazioni