Mia DE VITS : 6ª legislatura 

Gruppi politici 

  • 20-07-2004 / 29-06-2009 : Gruppo socialista al Parlamento europeo - Membro

Partiti nazionali 

  • 20-07-2004 / 29-06-2009 : Socialistische Partij.Anders- Sociaal, Progressief, Internationaal, Regionaal, Integraal Democratisch, Toekomstgericht (Belgio)

Questore 

  • 21-07-2004 / 15-01-2007 : Parlamento europeo
  • 21-07-2004 / 15-01-2007 : Ufficio di presidenza del Parlamento europeo
  • 16-01-2007 / 29-06-2009 : Parlamento europeo
  • 16-01-2007 / 29-06-2009 : Ufficio di presidenza del Parlamento europeo

Deputati 

  • 20-07-2004 / 15-01-2007 : Questori
  • 21-07-2004 / 14-01-2007 : Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori
  • 15-09-2004 / 31-12-2006 : Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Bulgaria
  • 15-01-2007 / 30-01-2007 : Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori
  • 16-01-2007 / 29-06-2009 : Questori
  • 31-01-2007 / 29-06-2009 : Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori
  • 15-03-2007 / 29-06-2009 : Delegazione per le relazioni con l'India

Membro sostituto 

  • 21-07-2004 / 14-01-2007 : Commissione per i problemi economici e monetari
  • 14-10-2004 / 08-06-2005 : Commissione temporanea sulle sfide e i mezzi finanziari dell'Unione allargata nel periodo 2007-2013
  • 15-01-2007 / 30-01-2007 : Commissione per i problemi economici e monetari
  • 31-01-2007 / 29-06-2009 : Commissione per i problemi economici e monetari

all-activities 

Relazioni in quanto relatore 
In seno alla commissione parlamentare competente viene nominato un relatore incaricato di elaborare un progetto di relazione su proposte legislative o di bilancio o su altre questioni. Nel redigere la relazione, i relatori possono avvalersi della consulenza dei pertinenti esperti o soggetti interessati. I relatori sono inoltre responsabili di elaborare gli emendamenti di compromesso e di condurre i negoziati con i relatori ombra. Le relazioni approvate in commissione sono quindi esaminate e votate in Aula. Articolo 55 del regolamento

Pareri in quanto relatore 
Le commissioni possono elaborare un parere sulla relazione della commissione competente in cui trattano aspetti rientranti nelle proprie attribuzioni. I relatori per parere sono inoltre responsabili di elaborare gli emendamenti di compromesso e di condurre i negoziati con i relatori per parere ombra. Articoli 56 e 57 e allegato VI del regolamento

PARERE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1927/2006 che istituisce un Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione  
- ECON_AD(2009)420063 -  
-
ECON 
PARERE su: Modernizzare il diritto del lavoro per rispondere alle sfide del XXI secolo  
- IMCO_AD(2007)388479 -  
-
IMCO 
PARERE sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno e recante modifica delle direttive 97/7/CE, 2000/12/CE e 2002/65/CE  
- IMCO_AD(2006)372127 -  
-
IMCO 

Proposte di risoluzione 
I deputati possono presentare a titolo individuale una proposta di risoluzione su un argomento rientrante nell'ambito delle attività dell'Unione europea. La proposta di risoluzione è trasmessa per esame alla commissione competente. Articolo 143 del regolamento

Interrogazioni parlamentari 
Le interrogazioni con richiesta di risposta orale possono essere presentate da una commissione, da un gruppo politico o da almeno il cinque per cento dei membri che compongono il Parlamento. I destinatari sono le altre istituzioni dell'UE. La Conferenza dei presidenti decide se e in quale ordine le interrogazioni devono essere iscritte nel progetto di ordine del giorno definitivo di una seduta plenaria. Articolo 128 del regolamento

Elenco di presenza 
Il presente elenco di presenza è un estratto del processo verbale della seduta plenaria della sesta legislatura. Le informazioni sono fornite a titolo puramente informativo e riguardano soltanto il mandato del deputato al Parlamento europeo. Si tratta di dati grezzi che non comprendono rettifiche per assenze giustificate a causa di malattia, congedo di maternità/paternità, attività autorizzate di delegazioni parlamentari, ecc.