Lotta alle frodi ai danni dell'IVA legate al commercio elettronico

10-12-2019

Le modifiche apportate al quadro normativo relativo all'imposta sul valore aggiunto (IVA) per il commercio elettronico hanno introdotto il principio di destinazione per le transazioni transfrontaliere tra imprese e consumatori (B2C). L'identificazione delle imprese online che forniscono beni e servizi a clienti di altri Stati membri sarà fondamentale per garantire la conformità alle norme sull'IVA e contrastare le frodi ai danni dell'IVA nell'ambito del commercio elettronico. Il Parlamento dovrebbe votare due proposte della Commissione durante la sessione plenaria di dicembre.

Le modifiche apportate al quadro normativo relativo all'imposta sul valore aggiunto (IVA) per il commercio elettronico hanno introdotto il principio di destinazione per le transazioni transfrontaliere tra imprese e consumatori (B2C). L'identificazione delle imprese online che forniscono beni e servizi a clienti di altri Stati membri sarà fondamentale per garantire la conformità alle norme sull'IVA e contrastare le frodi ai danni dell'IVA nell'ambito del commercio elettronico. Il Parlamento dovrebbe votare due proposte della Commissione durante la sessione plenaria di dicembre.