skip to content
 
 
 

Conferenza sul futuro dell'Europa: i cittadini al centro

Secondo la risoluzione votata dai deputati europei in Plenaria mercoledì, i cittadini dovranno essere il fondamento della Conferenza sul futuro dell'Europa che, secondo il Presidente Sassoli, è una prima pietra dell’edificio della nuova Europa.

La risoluzione, approvata con 494 voti favorevoli, 147 contrari e 49 astensioni, illustra la visione del Parlamento europeo per la prossima Conferenza sul futuro dell'Europa.

I deputati propongono di istituire diverse Agorà tematiche per coinvolgere i cittadini di ogni estrazione da tutta Europa e almeno due Agorà dei giovani, ognuna composta da 200-300 persone, con un minimo di tre per Stato membro. I cittadini, la società civile organizzata, i portatori di interessi dovrebbero essere coinvolti nella definizione delle priorità dell'Unione europea, per riformare l'UE con un approccio dal basso, trasparente, inclusivo ed equilibrato.

Secondo il Parlamento europeo si dovrebbe stabilire un meccanismo che consenta un dialogo permanente con i cittadini.

A seguito della votazione sulla conferenza sul futuro dell'Europa, il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha dichiarato: "Questa Conferenza è una opportunità storica per l’Europa e dobbiamo coglierla fino in fondo".

Leggi l'intero articolo

 

Pubblicato il 15 gennaio 2019