skip to content
 
 
 

Plenaria del 26 marzo a Bruxelles: scopri l'agenda

La sessione ruoterà intorno all’emergenza da Covid-19. Il Parlamento discute le misure per rafforzare la risposta UE. Si vota lo stop ai voli fantasma causati dalla pandemia, l’Iniziativa di investimento in risposta al coronavirus, l'utilizzo del Fondo di solidarietà anche per le emergenze sanitarie. Il voto sarà organizzato anche a distanza.

Il Parlamento sta lavorando con delle procedure straordinarie di voto a distanza, per approvare le misure urgenti dell'UE per combattere la pandemia. I leader dei gruppi politici hanno accettato di introdurre una procedura temporanea alternativa di voto via e-mail, per la sessione plenaria del 26 marzo.

Il coordinamento della risposta a livello UE all'epidemia di COVID-19 sarà discusso giovedì con il Consiglio e la Commissione. Le misure proposte finora includono l'aiuto finanziario immediato ai paesi in difficoltà, il sostegno settoriale alle industrie a rischio di fallimento e l'aiuto logistico e materiale per portare le attrezzature mediche e di altro tipo dove ve ne sia necessità.

Il Parlamento discuterà e voterà la sospensione temporanea delle norme UE relative agli slot aeroportuali, al fine di fermare i voli a vuoto causati dall'epidemia di COVID-19. Le norme aeroportuali obbligano infatti le compagnie aeree ad operare almeno l'80% delle loro bande orarie (slot) di decollo e atterraggio, se non vogliono rischiare di perderle per la stagione corrispondente successiva.

I deputati sono pronti a dare il via libera a 37 miliardi di euro di finanziamenti UE per sostenere cittadini, imprese, regioni e paesi nella lotta contro la pandemia COVID-19.

Il PE dovrebbe approvare l'estensione del Fondo di solidarietà dell'UE per coprire le emergenze sanitarie pubbliche, rendendo disponibili fino a 800 milioni di euro per i paesi UE nel 2020.

 

Articolo pubblicato il 25 marzo 2020