skip to content
 
 
 

QFP e Recovery fund: la posizione del Parlamento europeo e del governo italiano

L'Ufficio del Parlamento europeo in Italia vi invita a un incontro-dibattito online sulle proposte dell'UE per la ripresa, sul Quadro finanziario pluriennale e gli strumenti a sostegno dell'economia e del mondo del lavoro. Vi aspettiamo per parlarne il 20 maggio alle 15.

Con la risoluzione adottata la scorsa settimana sulla revisione del bilancio UE post 2020 e sulle proposte per la ripresa, il Parlamento europeo ha chieso un piano da 2.000 miliardi per far fronte alla crisi.
Francia e Germania hanno appena presentato una loro proposta di aiuti alle regioni più colpite per cinquecento miliardi.
La Commissione europea il 27 maggio presenterà la proposta sul Quadro finanziario pluriennale, che includerà il nuovo "Recovery instrument" (Strumento per la ripresa).
Dal 1 giugno dovrebbero essere operative le nuove linee di credito decise dall’Eurogruppo e dal Consiglio europeo relative agli strumenti SURE, MES e BEI.

In questo contesto l’Ufficio in Italia del Parlamento europeo promuove un dibattito sulle richieste del Parlamento europeo e del Governo italiano.

 

Programma

Saluti introduttivi
Carlo Corazza, Responsabile Ufficio del Parlamento europeo in Italia

Le priorità per l'Italia
Laura Agea, Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega agli Affari Europei

Priorità e ruolo del Parlamento europeo
Antonio Tajani, Presidente della Commissione Affari Costituzionali e della Conferenza dei Presidenti, Capo delegazione Forza Italia
Irene Tinagli, Presidente della Commissione per i problemi economici e monetari
Marco Campomenosi, Capo delegazione Lega
Brando Benifei, Capo delegazione PD
Tiziana Beghin, Capo delegazione Movimento 5 Stelle
Carlo Fidanza, Capo delegazione Fratelli d’Italia
Nicola Danti, Capo delegazione Italia Viva

Modera: Enrico Tibuzzi, Responsabile sede ANSA di Bruxelles

 

Dove e quando

La conferenza sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook @PEItalia

20 maggio 2020

ore
15 -16,30

La partecipazione è libera e gratuita