Please fill this field
Ignazio CORRAO Ignazio CORRAO
Ignazio CORRAO

Non-attached Members

Italy - Movimento 5 Stelle (Italy)

Date of birth : , Roma

Written explanations of vote Ignazio CORRAO

Members can submit a written explanation of their vote in plenary. Rule 194

Guidelines for the employment policies of the Member States (A9-0124/2020 -José Gusmão) IT

10-07-2020

Il Report del Parlamento europeo votato in commissione EMPL evidenzia il mutato contesto economico e sociale dovuto al Covid-19 che ha portato ad indicare la necessità di un cambio di paradigma tanto nelle strategie da seguire quanto nelle raccomandazioni che la Commissione è tenuta ad inviare agli Stati Membri.
Il testo rappresenta un miglioramento della proposta presentata dalla Commissione Europea specie quando, prendendo atto dell’attivazione della clausola di salvaguardia di cui Patto di Stabilità e Crescita, viene indicata la necessità di mantenerla in vigore fino a che la grave crisi generata dal COVID-19 non sarà definitivamente superata.
Viene eliminato inoltre il riferimento al rispetto del Patto di Stabilità e Crescita e la richiesta di nuove riforme pensionistiche finalizzate ad estendere ulteriormente l’età pensionabile, che invece era stato proposto inizialmente dalla Commissione Europea. Il documento, in aggiunta, evidenzia la necessità, una volta superata la fase dell’emergenza sanitaria, di rivalutare nel suo insieme le attuali regole UE. Ho votato favorevolmente.

Draft amending budget no 5 to the general budget 2020 Continuation of the support to refugees and host communities in response to the Syria crisis in Jordan, Lebanon and Turkey (A9-0127/2020 - Monika Hohlmeier) IT

10-07-2020

Il progetto di bilancio rettificativo n. 5/2020 presentato dalla Commissione stanzia 100 milioni di euro in impegno e pagamento quale sostegno alla resilienza dei rifugiati e delle comunità di accoglienza in Giordania e Libano, erogare 485 milioni di euro in stanziamenti di impegno e 68 milioni di euro in stanziamenti di pagamento per garantire la prosecuzione del sostegno umanitario urgente a favore dei rifugiati in Turchia. Favorevole.

Mobilisation of the Contingency Margin in 2020: continuation of humanitarian support to refugees in Turkey (A9-0125/2020 - Monika Hohlmeier) IT

10-07-2020

Trattasi della mobilizzazione del margine per imprevisti per un importo pari a 481 572 239 euro in stanziamenti di impegno oltre il limite del massimale di impegno della rubrica 4 (Ruolo mondiale dell'Europa) del quadro finanziario pluriennale al fine di far fronte all'urgente necessità di fornire sostegno umanitario ai rifugiati in Turchia. Ho deciso di astenermi perché le risorse da mobilitare vengono sottratte alla rubrica Crescita sostenibile dedicata alle risorse naturali.

A comprehensive European approach to energy storage (A9-0130/2020 - Claudia Gamon) IT

10-07-2020

Con questo rapporto d’iniziativa la commissione ITRE vuole invitare la Commissione Europea a stilare una strategia ad hoc sullo stoccaggio dell’energia e a prendere in conto alcune richieste importanti in materia di stoccaggio nella stesura delle strategie “integrazione intelligente dei settori energetici” e la “per l’idrogeno” attese nei prossimi mesi dalla Commissione.
Con i nostri emendamenti e in varie occasioni ci siamo espressi per la centralità dell’idrogeno rinnovabile e non da fonti fossili. Nel testo finale che supporteremo permane un piccolo riferimento all’idrogeno da gas naturale, tuttavia viene circoscritto con accezione negativa utilizzando un paragrafo che proviene dalla risoluzione del Parlamento Europeo sullo European Green Deal, supportata anche dal M5S. Essendoci altri elementi positivi giustificano il mio voto favorevole.

Revision of the guidelines for trans-European energy infrastructure (B9-0122/2020) IT

10-07-2020

È necessario un nuovo regolamento TEN-E che preveda le procedure di selezione dei progetti energetici siano in linea con le nuove ambizioni europee. Il Parlamento ha reiterato questa richiesta nella risoluzione sul green deal e in una oral question presentata da diversi gruppi. Di fatto uan revisione del TEN-E è prevista ma i tempi sono lunghi: il processo di co-decisione potrebbe ritardarne l’entrata in vigore fino al 2023. Questo vorrebbe dire che le 2 prossime liste PCI (2021 e 2023) continuerebbero ad essere problematiche. Per questo nella risoluzione in voto si chiedono misure transitorie per la selezione dei nuovi progetti PCI di modo che siano rispettosi degli impegni presi con l’accordo di Parigi. Ho votato favorevolmente.

Conclusion of an EU - New Zealand agreement, under negotiation, on the exchange of personal data for fighting serious crime and terrorism (A9-0131/2020 - Annalisa Tardino) IT

10-07-2020

La Nuova Zelanda è uno degli 8 paesi prioritari individuarti dalla Commissione nella sua 11a relazione sui progressi verso la creazione di un'Unione della sicurezza anche sulla base degli eventi successivi agli attentati di Christchurch del marzo 2019. Europol e la polizia neozelandese hanno firmato un accordo di lavoro nell'aprile 2019, che fornisce un quadro per la cooperazione strutturata a livello strategico, compresa una linea protetta che consente comunicazioni dirette e sicure. Pertanto, ho votato favorevolmente e concordo con l’analisi della Commissione la quale ritiene che un accordo operativo con la Nuova Zelanda garantirebbe a Europol il quadro giuridico necessario per sviluppare un livello avanzato di cooperazione in materia di terrorismo con la Nuova Zelanda.

Transitional provisions in order to address the impact of COVID-19 crisis (amendment of Regulation (EU) 2016/1628) (C9-0161/2020) IT

10-07-2020

Con questa nuova proposta si ottiene una proroga di ulteriori 12 mesi per la produzione, precedentemente la data prevista era al 30 giugno 2020, e l'immissione sul mercato, fissata al 31 dicembre 2020, di macchine mobili non stradali e trattori muniti di motori di transizione, giustificando tale scelta con il fatto che "la pandemia di Covid-19 ha causato la completa interruzione della fornitura di parti e componenti. Di conseguenza, molti costruttori di motori e macchine non saranno in grado di rispettare i termini previste dal Regolamento vigente. Ho sostenuto la modifica.

European citizens’ initiative: temporary measures concerning the time limits for the collection, verification and examination stages in view of the COVID-19 outbreak (C9-0142/2020 - Loránt Vincze) IT

09-07-2020

Il Parlamento europeo è chiamato ad adottare il risultato dei negoziati interistituzionali per approvare la proposta della Commissione per introdurre misure temporanee, volte a prolungare i termini per le fasi di raccolta, verifica ed esame delle iniziative europee dei cittadini. Ho sostenuto la proposta della Commissione e supportato il risultato del trilogo, in quanto la proroga delle scadenze favorirà sia gli organizzatori, gli Stati membri e le istituzioni interessate, mantenendo intatta l'efficacia dello strumento di iniziativa dei cittadini europei.

Amending Directives (EU) 2017/2455 and (EU) 2019/1995 as regards the dates of transposition and application due to the outbreak of the COVID-19 crisis (A9-0122/2020 - Ondřej Kovařík) IT

09-07-2020

La data di applicazione della parte principale del pacchetto IVA per il commercio elettronico è stata fissata, con voto all'unanimità, al 1º gennaio 2021. Tuttavia, lo scorso febbraio, Germania e Olanda hanno espresso preoccupazioni e hanno chiesto una proroga di un anno o più per l'entrata in vigore. A causa della pandemia di COVID-19, altri Stati membri hanno espresso preoccupazioni per quanto riguarda la conclusione dei lavori preparatori e di conseguenza l'applicazione delle nuove norme entro il 1º gennaio 2021. Preoccupazioni analoghe sono state sollevate dai principali operatori economici, in particolare gli operatori postali e gli operatori di corriere. Di conseguenza, l'8 maggio 2020 la Commissione ha deciso di proporre di rinviare la data di applicazione del pacchetto sull'IVA nel commercio elettronico, di sei mesi. Ritengo la proroga dannosa per il minor gettito erariale che comporterà e per rappresentare un vero e proprio freno per lo sviluppo delle PMI e start-up .

Financial activities of the European Investment Bank - annual report 2019 (A9-0081/2020 - David Cormand) IT

09-07-2020

In generale, la relazione è bilanciata e oggettiva. Viene, infatti, chiesto alla BEI un maggiore impegno sul clima e su una giusta transizione nonché un forte impegno nel raggiungimento degli obiettivi del Green Deal. Viene accolto con favore l'impegno della BEI nel sostenere le PMI e si invita la stessa ad impegnarsi maggiormente in questo senso. Si sostiene il ruolo della BEI nell'attività di finanziamenti verso i paesi terzi e se ne chiede un rafforzamento. E, in ultimo, viene fatto un passaggio - fondamentale - sulla necessità di maggiore trasparenza e rendicontabilità da parte della BEI - punto fondamentale per il M5S, da anni.
Dall'altra parte, mancano alcuni passaggi fondamentali come la necessità di tenere conto del principio di addizionalità nella scelta dei progetti e il divieto di avvallare i finanziamenti che sostengono attività che prevedono l'utilizzo di combustibili fossili. Per questi motivi ho scelto l'astensione.

Contact

Bruxelles

Strasbourg