Rosanna CONTE : Written explanations of vote 

Members can submit a written explanation of their vote in plenary. Rule 194

Financial assistance to Member States to cover serious financial burden inflicted on them following a UK's withdrawal from the EU without an agreement (A9-0020/2019 - Younous Omarjee) IT  
 

La presente rappresenta un'ulteriore misura predisposta in vista di una possibile uscita del Regno Unito dall'Unione europea senza accordo che, per i suoi effetti destabilizzanti e la pressione esercitata sulle finanze pubbliche, potrebbe costituire un grave turbamento per gli Stati membri, valevole l'attivazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE). Il Fondo in questione, tuttavia, è principalmente pensato per sostenere gli Stati membri in gravi situazioni di difficoltà derivanti da catastrofi naturali come le inondazioni e tempeste che hanno colpito il Veneto l'autunno del 2018. Nonostante sia contrarissima all'utilizzo di questo Fondo per altri scopi, quale una Brexit senza accordo, il mio voto finale di astensione deriva dal fatto che il testo introduce anche l'incremento dei pagamenti anticipati per le regioni colpite da gravi disastri naturali, che dal 10% passerebbe al 25%, che ritengo un provvedimento necessario a garantire un intervento anticipato più cospicuo da parte dell'Unione verso i territori europei colpiti da emergenze.

Search and rescue in the Mediterranean (B9-0130/2019, B9-0131/2019, B9-0132/2019, B9-0154/2019) IT  
 

Ho votato risolutamente contro la presente relazione avente ad oggetto le operazioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo (SAR) presentata dal deputato socialista spagnolo López Aguilar. La buona notizia è che, non solo la delegazione della Lega ha respinto il testo espressamente concepito per attaccare i provvedimenti di contrasto all'immaginazione clandestina attuati dal precedente governo Conte e fortemente voluti da Matteo Salvini, ma anche l'intera Aula si è espressa negativamente, rigettando la risoluzione. Dal riconoscimento del sostegno fornito da ONG di ogni tipo nel Mediterraneo, all'introduzione di un vero e proprio meccanismo permanente di raccolta dei migranti in mare e della loro redistribuzione sul territorio UE, passando per misure che scagionano sempre e comunque il comandante e l'equipaggio delle imbarcazioni di soccorso, il provvedimento contiene misure che mirano a smontare punto per punto i nostri decreti sicurezza. Con il suo importante voto contrario, l'Aula dimostra la sua non adesione all'approccio ideologico all'immigrazione avanzato dalla sinistra e si conferma su posizioni ragionevoli e contrarie a qualsiasi forma di favoreggiamento del traffico di migranti clandestini che avviene sulle nostre acque.

Draft general budget of the European Union for 2020 - all sections IT  
 

Il progetto contiene la posizione del Parlamento europeo sul Bilancio annuale dell'UE per il 2020 e rappresenta per questo il punto di avvio della nuova generazione di programmi e di politiche europee. La risoluzione in questione non solo ha rigettato la quasi totalità dei tagli di spesa chiesti dal Consiglio, e supportati dalla Lega, ma ha addirittura aumentato la richiesta di fondi rispetto alla proposta iniziale della Commissione, assestandosi su di un livello di spesa record di circa 171 miliardi di euro. Per questo motivo ho votato contro la proposta che, oltre a non ridurre l'importo globale del bilancio, prevede di aumentare le risorse di cui dovranno farsi carico i contribuenti dei singoli paesi europei, come l'Italia, che è uno dei principali contributori netti al bilancio dell'UE. Inoltre, invece di indirizzare le nuove risorse su politiche che portano risultati e benefici concreti ai cittadini, come il contrasto all'immigrazione clandestina e la gestione delle frontiere dell'Unione, il testo aggiunge più di 2 miliardi di euro per la tutela del clima, confermando ancora una volta le posizioni ideologiche e pretestuose del Parlamento europeo sul tema.

Objection pursuant to Rule 112: Assessment of the impact of plant protection products on honeybees (B9-0149/2019) IT  
 

L'obiezione in questione rappresenta la linea pressoché unanime del Parlamento, che chiede alla Commissione di dare piena attuazione alle linee guida dell'Autorità di sicurezza alimentare europea (EFSA) in materia di valutazione dell'impatto dei prodotti fitosanitari sulle api da miele. Il regolamento UE che stabilisce principi uniformi sull'autorizzazione di tali prodotti è stato infatti seguito da una presa di posizione dell'EFSA del 2013 per quanto riguarda la tossicità acuta per le api. L'obiezione ritiene che tale parere non rappresenti gli sviluppi più recenti nelle conoscenze scientifiche e tecniche, dato che nulla dice sulla tossicità cronica per le api, nonché per bombi, api solitarie e larve. Poiché, tuttavia, respingere la proposta di modifica significherebbe ricominciare l'iter daccapo e, perciò, prolungare di molto la vigenza dell'attuale normativa meno puntuale in materia, ho ritenuto opportuno esprimere un parere favorevole e di sostegno all'obiezione, al fine di richiedere l'attuazione dei più alti standard disponibili per proteggere le api dai prodotti fitosanitari.

European Globalisation Adjustment Fund (2014-2020) (A9-0015/2019 - Vilija Blinkevičiūtė) IT  
 

Il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) rappresenta un'iniziativa promossa per affrontare la disoccupazione nell'UE dovuta ai cambiamenti strutturali dell'economia generati dalla globalizzazione e alle sue conseguenze in termini di esubero del personale. Il Fondo è pertanto una misura di solidarietà d'emergenza e, in quanto strumento finanziario speciale, viene attivato ad hoc , come nel caso proposto in riferimento al recesso del Regno Unito dall'UE e alle conseguenze che questo avrà su lavoratori e imprese europei. Considerando questa misura fondamentale a parziale compensazione dei danni sociali ed economici che la Brexit causerà, mi sono espressa a favore del provvedimento che consente la mobilitazione del Fondo e il cofinanziamento di progetti che aiuteranno i lavoratori in esubero a trovare un nuovo lavoro o le PMI attive in uno o più settori a risollevare la propria impresa.

Fishing authorisations for Union fishing vessels in United Kingdom waters and fishing operations of United Kingdom fishing vessels in Union waters (A9-0014/2019 - Chris Davies) IT  
 

Parte delle misure introdotte in vista dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea riguardano la necessità di garantire la sostenibilità della pesca e il sostentamento economico delle comunità costiere dell'UE e del Regno Unito. A tal proposito è stata proposta la proroga della concessione dei diritti di accesso reciproco alle rispettive acque, a cui ho dato il mio voto positivo, soprattutto nella misura in cui tale provvedimento prevede che le attività di pesca siano sostenibili conformemente agli obiettivi della Politica Comune della Pesca (PCP). Data la continua incertezza sul ritiro ordinato del Regno Unito dall'UE, ritengo infatti opportuno che il quadro temporaneo di autorizzazioni di pesca dei pescherecci dell'Unione nelle acque del Regno Unito e delle operazioni di pesca dei pescherecci britannici nelle acque dell'Unione, istituito per il 2019, rimanga in vigore anche per tutto il 2020.

Implementation and financing of the EU general budget in 2020 in relation to the UK's withdrawal from the EU (A9-0018/2019 - Johan Van Overtveldt) IT  
 

L'obiettivo della proposta in questione è quello di prorogare al 2020 il quadro di emergenza che disciplina le relazioni in materia di bilancio tra l'Unione e il Regno Unito nel caso in cui si verifichi una Brexit senza accordo. In base a ciò, il Regno Unito continuerebbe a beneficiare dei finanziamenti dell'UE per l'anno 2020, a patto di continuare a contribuire al finanziamento del bilancio comunitario stesso e di autorizzare controlli per l'intero periodo di attuazione dei programmi. Benché il provvedimento appaia sensato, ho preferito non dare il mio pieno supporto ad una decisione che avrebbe in ogni caso una qualche influenza nel dibattito col Regno Unito, determinando direttamente o indirettamente ingerenze e controlli da parte dell'UE.

Periods of application of Regulation (EU) 2019/501 and Regulation (EU) 2019/502 (Committee on Transport and Tourism) IT  
 

Un ulteriore provvedimento introdotto per far fronte ad una possibile uscita del Regno Unito dall'Unione europea senza accordo prevede alcune misure di emergenza per garantire la connettività tra Regno Unito e UE, al fine di evitare disservizi e disagi per i cittadini in mobilità da e per il Regno Unito. Ritenendo fondamentale il mantenimento dei collegamenti di base per il trasporto di merci e di passeggeri su strada, nonché la connettività di base del trasporto aereo tra il continente e la penisola britannica, ho espresso il mio voto a favore delle norme che prorogano di sei mesi le disposizioni transitorie per i collegamenti in autobus e pullman tra Irlanda e Irlanda del Nord e fino al 24 ottobre 2020 quelle per il settore dell'aviazione. Grazie a questo provvedimento si consentirà infatti ai rispettivi settori di trasporto merci/passeggeri di fare riferimento ad un quadro di norme certe nel quadro di inevitabile incertezza che deriva dai continui rinvii e dall'assenza di decisioni sulla Brexit.

Periods of application of Regulation (EU) 2019/501 and Regulation (EU) 2019/502 ( - Karima Delli) IT  
 

Con l'avvicinarsi del 31 ottobre, data in cui il Regno Unito lascerà l'Unione europea, e le relative incertezze inevitabilmente legate alla Brexit, ho deciso di esprimere il mio voto a favore del regolamento sulle misure di emergenza per la connettività in caso di mancato accordo.
La Brexit rischia di cambiare completamente il volto della mobilità europea, che necessita pertanto di vedere introdotte norme che garantiscano i collegamenti di base per il trasporto merci e passeggeri su strada, nonché la connettività di base del trasporto aereo.
Con tale provvedimento la Commissione europea intende infatti prorogare di sei mesi le disposizioni transitorie per i collegamenti autobus e pullman tra Irlanda e Irlanda del Nord e quelle riguardanti il settore dell'aviazione, al fine di evitare disservizi e disagi per i cittadini europei in mobilità da e per il Regno Unito.

Eurojust and Serbia Cooperation Agreement (A9-0009/2019 - Juan Fernando López Aguilar) IT  
 

Eurojust è il meccanismo di cooperazione tra i paesi dell'Unione europea per quanto riguarda la lotta contro i reati gravi, specialmente la criminalità organizzata e il terrorismo, e comporta il coordinamento e la collaborazione giudiziaria tra le varie amministrazioni nazionali.
Col tempo l'Unione europea ha concluso accordi di collaborazione anche con numerosi paesi extra UE, tra cui l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia, gli Stati Uniti, la Norvegia, la Svizzera e l'Albania.
Il provvedimento, a cui ho dato il mio voto favorevole, segue il modello di tali accordi e prevede un modello di cooperazione rafforzata con la Serbia nella lotta contro gravi forme di criminalità nella regione dei Balcani occidentali.

Contact