Massimiliano SALINI Massimiliano SALINI
Massimiliano SALINI

Euroopan kansanpuolueen ryhmä (kristillisdemokraatit)

Jäsen

Italia - Forza Italia (Italia)

syntynyt : , Soresina (CR)

Kirjalliset äänestysselitykset Massimiliano SALINI

Jäsenet voivat antaa täysistuntoäänestyksestä kirjallisen selityksen. Työjärjestyksen 194 artikla

Matkailu ja liikenne vuonna 2020 ja sen jälkeen (RC-B9-0166/2020, B9-0166/2020, B9-0175/2020, B9-0177/2020, B9-0178/2020, B9-0180/2020, B9-0182/2020, B9-0184/2020) IT

19-06-2020

In quanto membro della commissione Trasporti al Parlamento europeo, ho partecipato attivamente alla stesura di questa risoluzione che trovo nel suo complesso completa ed equilibrata. Il settore del turismo e i collegamenti interni ed esterni all’Unione Europea sono stati pesantemente colpiti dalla pandemia e dal blocco deciso dalle autorità nazionali. Per questo motivo è necessaria l’adozione di una strategia coordinata a livello europeo, che permetta ai nostri cittadini di viaggiare in tutta sicurezza e che garantisca all’intera filiera del turismo il sostegno necessario ad affrontare una stagione estremamente dura.
Per un settore, come quello turistico, che rappresenta circa il 10% del PIL dell’intera Unione, sarebbero necessari strumenti di finanziamento concreti e specifici, che tuttavia non troviamo all’interno del Piano di ripresa europeo. Ritengo pertanto estremamente importante che la Commissione europea predisponga iniziative su misura a sostegno degli investimenti, della liquidità e della solvibilità delle imprese della filiera, senza le quali l’intero settore faticherà a riprendersi.

Poikkeuksellisen väliaikaisen tuen tarjoaminen maaseuturahastosta covid-19-epidemian vastatoimena (asetuksen (EU) N:o 1305/2013 muuttaminen) (C9-0128/2020 - Norbert Lins) IT

19-06-2020

Ho deciso di votare a favore di questa misura straordinaria che prevede un sostegno temporaneo e eccezionale nell’ambito del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) in risposta alla pandemia di Covid-19. Nello specifico, questa misura permetterebbe agli Stati membri di utilizzare i fondi disponibili nell’ambito dei loro attuali programmi di sviluppo rurale, con l’obiettivo di meglio sostenere gli agricoltori e le PMI particolarmente colpiti dalla crisi dovuta al Covid-19. Le caratteristiche essenziali di questa misura temporanea ed eccezionale si possono riassumere nella capacità di concentrare al meglio le risorse disponibili su coloro che più sono stati colpiti dalla crisi, seguendo criteri oggettivi e non discriminatori per l’assegnazione delle risorse. Il tutto al fine di garantire la competitività agroalimentare e la redditività delle aziende agricole.

Eurooppalainen kansalaisaloite: keruu-, tarkastus- ja tutkintavaiheiden määräaikoja koskevat väliaikaiset toimenpiteet covid-19-pandemian vuoksi (C9-0142/2020 - Loránt Vincze) IT

19-06-2020

L'iniziativa dei cittadini europei (ICE) è uno strumento di democrazia partecipativa che permette a un milione di cittadini residenti in un quarto degli Stati membri di invitare la Commissione europea a presentare una proposta in attuazione dei trattati UE. Le procedure e le condizioni per lo svolgimento dell’ICE sono complesse e rendono questo strumento un elemento chiave per una maggiore partecipazione attiva dei cittadini europei al processo decisionale europeo. Al fine di non lasciare che il Covid-19 ostacoli il corretto svolgimento dell’ICE ho deciso di votare a favore del documento che prevede una serie di misure temporanee a tutela di questo strumento. Tra le altre cose il documento prevede, il prolungamento dei periodi di raccolta, la possibilità di introdurre una proroga del periodo di verifica, la possibilità di rinviare l’audizione pubblica e la riunione con gli organizzatori fino a quando la situazione sanitaria non si stabilizzi.

Suositukset Ison-Britannian ja Pohjois-Irlannin yhdistyneen kuningaskunnan kanssa uudesta kumppanuudesta käytäviä neuvotteluja varten (A9-0117/2020 - Kati Piri, Christophe Hansen) IT

18-06-2020

Ho seguito questa relazione con particolare attenzione fin dai lavori in sede di commissione INTA, e al voto in plenaria non ho potuto che sostenerla appoggiandone i contenuti. Nello specifico, questa relazione rappresenta la posizione del Parlamento europeo sui negoziati per l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, sotto forma di raccomandazioni alla Commissione europea, che ha appunto mandato a negoziare. Nelle raccomandazioni vengono sollevate preoccupazioni circa la volontà del Regno Unito di rispettare i punti della dichiarazione politica che ha aperto i negoziati o, ancora, circa il mancato impegno UK di cooperare in materia di politica estera, elemento questo che potrebbe compromettere future missioni di pace congiunte ad esempio. Inoltre, viene evidenziato come uscire dall’UE significhi perdere lo Status di Stato membro, e, di conseguenza, perdere i numerosi benefici che ne conseguono. Anche se al momento sembra una corsa contro il tempo riuscire a trovare un accordo entro la conclusione di questo periodo di transizione, fine 2020, sono dell’idea che dobbiamo restare ambiziosi e non abbassare le nostre aspettative nei confronti di questo accordo così delicato e importante per tutti i cittadini dell’UE.

Euroopan tulevaisuutta käsittelevä konferenssi (B9-0170/2020, B9-0179/2020) IT

18-06-2020

Con il mio voto, ho deciso di sostenere questa risoluzione che esprime la volontà del Parlamento europeo a dare inizio alla Conferenza sul futuro dell’Europa il più presto possibile dopo l’estate. La Conferenza sul futuro dell’Europa sarà l’occasione per rinnovare l’Unione europea stessa, ritrovando lo spirito di unità sulla base del quale è stata fondata. Anche per questa ragione ho deciso di appoggiare questa risoluzione che chiede il coinvolgimento diretto dei cittadini europei nello stabilire lo scopo della Conferenza stessa. Inoltre, questa risoluzione richiede l’impegno delle tre istituzioni principali dell’Unione, il Parlamento, il Consiglio e la Commissione, a dare seguito concretamente agli esiti della Conferenza, attraverso riforme sostanziali in linea con le preoccupazioni e le proposte dei cittadini europei.

EU:n vammaisstrategia vuoden 2020 jälkeen (B9-0123/2020) IT

18-06-2020

Non ho potuto che votare a favore di questa risoluzione in quanto esprime la posizione del Parlamento europeo sulla disabilità, richiedendo alle istituzioni europee di indiviuare una strategia inclusiva delle persone con disabilità, finalizzata a integrare i loro diritti in tutte le politiche. Inoltre, la risoluzione richiede l’individuazione di quei fondi necessari per l’attuazione di quegli obblighi in materia di accessibilità. Con il mio voto ho voluto quindi evidenziare come sia di fondamentale importanza oggi garantire uguale accesso a sanità, occupazione, trasporto pubblico a tutti i cittadini europei in tutto il territorio dell’Unione.

Kilpailupolitiikka – vuosikertomus 2019 (A9-0022/2020 - Stéphanie Yon-Courtin) IT

18-06-2020

Ho votato a favore della relazione in oggetto riscontrando come miri a migliorare la concorrenza nel mondo in maniera costruttiva. Elemento chiave sarà sicuramente migliorare la cooperazione nel mondo prevedendo, a titolo d’esempio, disposizioni chiare in materia di appalti pubblici e di aiuti di Stato nella politica d’investimento. La Commissione europea, come poi evidenzia la stessa relazione, giocherà in questa partita un ruolo essenziale per garantire una concorrenza equa a livello internazionale, perché appunto vi sia un’efficace applicazione delle norme in materia di concorrenza.

Ulkomaista sekaantumista kaikkiin Euroopan unionin demokraattisiin prosesseihin ja siihen sisältyvää disinformaatiota käsittelevän erityisvaliokunnan asettaminen ja sen toimivallan, jäsenmäärän ja toimikauden keston määrittely (B9-0190/2020) IT

18-06-2020

Con il mio voto a favore ho voluto sostenere la costituzione di questa commissione speciale al fine di affrontare più nello specifico il tema delle ingerenze straniere in tutti i processi democratici nell’Unione europea, in particolare la disinformazione. Compito di questa commissione speciale sarà quello di individuare possibili azioni al fine di contrastare tali ingerenze, come ad esempio azioni coordinate a livello europeo per contrastare le sempre più numerose campagne di disinformazione. Sono dell’idea infatti che queste rappresentino una minaccia sempre maggiore ai nostri procedimenti democratici e per questa ragione abbiamo bisogno di una risposta efficace da parte di tutte le istituzioni UE. Questa commissione speciale, come le altre votate oggi, avrà una durata di 12 mesi, potenzialmente prorogabile, e sarà composta da 33 eurodeputati.

Tekoälyä digitaalisella aikakaudella käsittelevän erityisvaliokunnan asettaminen ja sen toimivallan, jäsenmäärän ja toimikauden keston määrittely (B9-0189/2020) IT

18-06-2020

Il Parlamento europeo ha la facoltà di istituire delle commissioni speciali al fine di approfondire temi specifici. Questa commissione avrà il compito, in particolare, di studiare l’impatto dell’intelligenza artificiale (AI) in Europa e le sue possibili applicazioni in tutti i settori, pianificando gli obiettivi chiave UE nel campo del digitale e dell’AI e individuando le misure necessarie per raggiungerli. Ritenendo che l’AI e le sfide del digitale giocheranno un ruolo essenziale nello sviluppo dell’Unione dei prossimi anni, ho deciso di sostenere la costituzione di questa commissione speciale con il mio voto a favore. Questa avrà un mandato di 12 mesi, potenzialmente prorogabile, e sarà composta da 33 eurodeputati.

Euroopan yhteisön ja Kap Verden tasavallan välisen kalastuskumppanuussopimuksen täytäntöönpanoa koskeva pöytäkirja (2019–2024) (A9-0024/2020 - Cláudia Monteiro de Aguiar) IT

17-06-2020

Ho votato a favore di questo nuovo Protocollo che si inserisce all’interno dell’accordo di partenariato nel settore della pesca sostenibile concluso nel 2006 tra l’Unione europea e Capo Verde, e che, nello specifico, è un accordo sulla pesca del tonno. Questo nuovo Protocollo coprirà il periodo 2019-2024 e si conforma a quanto disposto dal nuovo regolamento della politica comune della pesca (PCP), che tratta, in particolare, la sostenibilità della pesca e la buona governance. Il contributo finanziario assegnato al nuovo protocollo ammonta a 750mila € l’anno, suddiviso in un importo annuo di 400mila € per l’accesso alla zona di pesca e 350mila € destinati all’attuazione della strategia nazionale per la pesca e l’economia blu.

Yhteystiedot

Bruxelles

Strasbourg