Fabio Massimo CASTALDO Fabio Massimo CASTALDO
Fabio Massimo CASTALDO

Niezrzeszeni

Włochy - Movimento 5 Stelle (Włochy)

Data urodzenia : ,

Pisemne wyjaśnienia dotyczące sposobu głosowania Fabio Massimo CASTALDO

Posłowie mogą przedkładać pisemne wyjaśnienie na temat stanowiska zajętego w głosowaniu na posiedzeniu plenarnym. Art. 194 Regulaminu

Wytyczne dotyczące polityki zatrudnienia państw członkowskich (A9-0124/2020 - José Gusmão) IT

10-07-2020

Il Parlamento ha migliorato la proposta della Commissione europea chiedendo che venga riconosciuta la situazione senza precedenti in cui si trova l'Europa a seguito della pandemia di COVID-19, che avrà ripercussioni gravi e durature sui mercati del lavoro, la giustizia sociale e le condizioni di lavoro nell'Unione. Il Parlamento ritiene necessario specificare la necessità di approntare un livello d'azione senza precedenti per sostenere l'occupazione, stimolare l'economia e rafforzare il tessuto industriale. Un'azione decisiva, in sintesi, per proteggere le imprese e i lavoratori dalle perdite immediate di occupazione e reddito e per contribuire a contenere lo shock economico e sociale della crisi e scongiurare una massiccia perdita di posti di lavoro e una profonda recessione altrimenti inevitabile. Un altro passaggio importante del testo definitivo contiene un richiamo affinché il semestre europeo ponga la sostenibilità, l'inclusione sociale e il benessere delle persone al centro della definizione delle politiche economiche dell'Unione, garantendo che agli obiettivi sociali, ambientali ed economici sia assegnata la stessa priorità. Gli orientamenti in materia di occupazione possono essere uno strumento importante per gli Stati membri e per questo ho sostenuto le proposte di modifica del Parlamento.

Projekt budżetu korygującego nr 5 do budżetu ogólnego na 2020 r. – Kontynuacja wsparcia na rzecz uchodźców i społeczności przyjmujących w Jordanii, Libanie i Turcji w reakcji na kryzys w Syrii (A9-0127/2020 - Monika Hohlmeier) IT

10-07-2020

Ho espresso un voto favorevole per il progetto di bilancio rettificativo n. 5/2020 presentato dalla Commissione, che è inteso a mettere a disposizione 100 milioni di EUR in stanziamenti di impegno e di pagamento, quale sostegno alla resilienza dei rifugiati e delle comunità̀ di accoglienza in Giordania e Libano, e a erogare 485 milioni di EUR in stanziamenti di impegno e 68 milioni di EUR in stanziamenti di pagamento, per garantire la prosecuzione del sostegno umanitario urgente a favore dei rifugiati in Turchia.
In un contesto di crescente crisi, credo sia un dovere dell'Unione europea fornire assistenza a quei Paesi che, con un impegno continuo, si occupano di accogliere e fornire assistenza umanitaria ai rifugiati.

Uruchomienie marginesu na nieprzewidziane wydatki w 2020 r. w celu kontynuowania pomocy humanitarnej dla uchodźców w Turcji (A9-0125/2020 - Monika Hohlmeier) IT

10-07-2020

Alla luce del comportamento preoccupante e provocatorio degli ultimi tempi del governo turco nei confronti dell'Unione europea, mi sono astenuto dal votare questa decisione, relativa alla mobilizzazione del margine per imprevisti per un importo pari a 481 572 239 EUR in stanziamenti di impegno, oltre il limite del massimale di impegno della rubrica 4 (Ruolo mondiale dell'Europa), del quadro finanziario pluriennale, al fine di far fronte all'urgente necessità di fornire sostegno umanitario ai rifugiati in Turchia.

Sprzeciw na podstawie art. 112 ust. 2 i 3 Regulaminu: Substancje czynne, w tym flumioksazyna (B9-0203/2020) IT

10-07-2020

Ho votato contro la proposta della Commissione europea di prorogare i periodi di approvazione delle sostanze attive: beflubutamid, benalaxyl, benthiavalicarb, bifenazato, boscalid, bromoxynil, captan, ciazofamid, dimetomorf, etefon, etoxazole, famoxadone, fenamifos, flumiossazina, fluoxastrobin, folpet, formetanato, metribuzin, milbemectin, Paecilomyces lilacinus ceppo 251, phenmedipham, fosmet, pirimifosmetile, propamocarb, prothioconazole e s-metolachlor, per una serie di ragioni. Prima di tutto ritengo doveroso che in questi casi sia sempre applicato il principio di precauzione: il regolamento (CE) n. 1107/2009 specifica che le sostanze dovrebbero essere incluse nei prodotti fitosanitari soltanto ove sia stato dimostrato che presentano un chiaro beneficio per la produzione vegetale e che non si prevede abbiano alcun effetto nocivo sulla salute umana o degli animali, o alcun impatto inaccettabile sull'ambiente. La Commissione europea invece, non solo non ha motivato la proroga dell'autorizzazione di queste sostanze, ma ha anche ignorato le prove scientifiche in merito alla tossicità di alcune di esse. La risoluzione adottata, tra le altre cose, invita la Commissione a ritirare il suo progetto di regolamento di esecuzione e a presentarne una nuova versione che tenga conto delle prove scientifiche riguardo alle proprietà nocive di tutte le sostanze interessate, in particolare quelle della flumiossazina.

Kompleksowe europejskie podejście do magazynowania energii (A9-0130/2020 - Claudia Gamon) IT

10-07-2020

Con questa relazione il Parlamento invita la Commissione europea a stilare una strategia ad hoc sullo stoccaggio dell'energia e a prendere in conto alcune richieste importanti in materia di stoccaggio, nella stesura delle strategie ''integrazione intelligente dei settori energetici'' e quella ''per l'idrogeno'' attese nei prossimi mesi dalla Commissione.
Come M5S riteniamo che la strategia europea sullo stoccaggio debba essere finalizzata alla facilitazione dell'integrazione di quote crescenti di rinnovabili nel sistema energetico e a sostenere in maniera inequivocabile il raggiungimento della neutralità̀ climatica, quanto prima. In questo contesto vogliamo vengano privilegiati i sistemi di stoccaggio piccoli e decentrati a supporto dell'attivazione dei cittadini nel mercato dell'energia, che siano individui (auto-consumatori di energia rinnovabile, clienti attivi) o comunità (comunità dell'energia dei cittadini e comunità dell'energia rinnovabile).
Abbiamo presentato una trentina di emendamenti secondo le linee appena descritte - e la relazione finale infatti risulta di gran lunga migliore rispetto alla versione iniziale -, laddove alcune criticità̀ vengono superate e alcune nostre istanze recepite. In generale, viene riconosciuto che aumentare il potenziale di stoccaggio dell'Unione sia funzionale alla transizione verso un sistema energetico altamente efficiente, basato sulle rinnovabili e, di conseguenza, per raggiungere la neutralità climatica.

Strategia na rzecz zrównoważoności w zakresie chemikaliów (B9-0222/2020) IT

10-07-2020

Proteggere la nostra salute e l'ambiente con una politica globale europea comune ed adeguata, è un dovere essenziale in materia di gestione delle sostanze chimiche e valutazione del rischio ad esse connesse, soprattutto per quelle categorie più vulnerabili.
Neurotossine e interferenti endocrini destano, infatti, molte preoccupazioni soprattutto per bambini e per donne incinte o in allattamento.
Al fine di preservare e garantirci un futuro sostenibile, il nostro obiettivo dovrà essere di incentivare modelli e attività basate sulla ricerca per la chimica verde e sostenibile e non chimica.
È dunque altamente necessario sostenere piccole e medie imprese nei loro sforzi volti a sostituire le sostanze tossiche o potenzialmente tali, con sostanze sicure e stimolare il diritto all'informazione, in modo da consentire ai consumatori di compiere scelte informate.
Ritengo importante promuovere una strategia dell'Unione per un ambiente non tossico, che persegua obiettivi chiari, per una politica globale sostenibile delle sostanze chimiche dell'UE.
Ho dunque deciso di sostenere questa iniziativa.

Prowadzenie badań klinicznych nad produktami leczniczymi do stosowania u ludzi, które zawierają organizmy zmodyfikowane genetycznie lub składają się z takich organizmów oraz są przeznaczone do leczenia choroby koronawirusowej z 2019 r. lub zapobiegania jej, oraz dostawy takich produktów (C9-0185/2020) IT

10-07-2020

Sono convinto che l'Unione europea debba puntare a trovare un vaccino contro la COVID-19 e svilupparlo in fretta.
Nel caso specifico si chiede, per salvaguardare l'interesse collettivo e la salute pubblica, di accelerare lo sviluppo e la diffusione di un vaccino contro la COVID-19, derogando a una serie di disposizioni normative che rendono il processo più lungo e farraginoso.
La deroga "temporanea" prevede che le sperimentazioni cliniche con medicinali per uso umano contenenti OGM inizino rapidamente e senza una valutazione del rischio ambientale che rimarrà parte del processo di autorizzazione all'immissione in commercio.
Pur riconoscendo l'importanza di una rapida soluzione per trovare il vaccino contro la COVID-19, mi trovo a dover esprimere la mia astensione sulla proposta.

Kompleksowa unijna polityka zapobiegania praniu pieniędzy i finansowaniu terroryzmu – plan działania Komisji i dalszy rozwój sytuacji (B9-0207/2020) IT

10-07-2020

Questa proposta di risoluzione esprime il sostegno del Parlamento europeo al piano d'azione della Commissione in materia di prevenzione del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo. Valuto positivamente l'intenzione della Commissione di istituire un sistema normativo unico in materia di AML/CTF, basato su un'autorità di vigilanza a livello dell'UE che abbia poteri di vigilanza diretta su alcuni soggetti in funzione delle loro dimensioni e del rischio che rappresentano, nell'ottica di garantire un insieme più armonizzato di norme in grado di prevenire gli abusi del sistema finanziario europeo che abbiamo visto in passato. Accolgo con favore, inoltre, la richiesta di ampliamento delle competenze della Procura europea (EPPO) e dell'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF), due organismi fondamentali nell'attività di contrasto alla criminalità organizzata. Alla luce di questi aspetti, ho votato a favore del rapporto in sede plenaria.

Unijna strategia ochrony zdrowia publicznego po pandemii COVID-19 (RC-B9-0216/2020) IT

10-07-2020

La crisi sanitaria della COVID-19 e la sua diffusione in tutta l'Europa hanno messo in evidenza le differenze di capacità tra i sistemi sanitari degli Stati membri nonché l'importanza di politiche sanitarie basate sulle evidenze scientifiche e la necessità di iniziative proporzionate di prevenzione. La risoluzione del Parlamento, in modo condivisibile, invita la Commissione a presentare una proposta di direttiva relativa a standard minimi per un'assistenza sanitaria di qualità mantenendo al contempo la competenza degli Stati membri per la gestione, l'organizzazione e il finanziamento dei loro sistemi sanitari. Questi standard dovrebbero altresì garantire la sicurezza dei pazienti, standard in materia di lavoro e di occupazione dignitosi per gli operatori sanitari ed un adeguato finanziamento del sistema sanitario. La risoluzione, da ultimo, invita la Commissione a presentare con urgenza un nuovo piano d'azione per il personale sanitario dell'UE che tenga conto dell'esperienza della pandemia per fornire agli operatori sanitari un nuovo quadro strategico e operativo. Per questi motivi ho sostenuto la risoluzione.

Europejska inicjatywa obywatelska: środki tymczasowe dotyczące terminów w odniesieniu do etapów zbierania, weryfikacji i badania w związku z wybuchem epidemii COVID-19 (C9-0142/2020 - Loránt Vincze) IT

09-07-2020

La necessità di adottare le modifiche proposte dalla Commissione deriva dal fatto che il regolamento che istituisce l'iniziativa europea dei cittadini, non prevede norme eccezionali in caso di pandemia. La proroga dei termini proposta dalla Commissione concerne tutte le diverse fasi previste per la procedura di presentazione dell'ECI, ovvero: la fase di raccolta delle firme, la fase della verifica da parte degli Stati membri dei requisiti di una ECI e la fase di esame delle iniziative da parte delle Istituzioni europee competenti.
Un aspetto importante introdotto dall'accordo raggiunto riguarda l'effetto retroattivo per le iniziative per le quali il periodo di raccolta, verifica o esame, si sia concluso tra l'11 marzo 2020 e la data di entrata in vigore del regolamento. In tal modo si garantisce nel modo più ampio possibile la conservazione delle iniziative che hanno iniziato il loro iter ma che sono state ostacolate dallo scoppio della pandemia.
È possibile sostenere il testo finale in quanto si ritiene che la proroga delle scadenze favorisca sia gli organizzatori, gli Stati membri e le istituzioni interessate mantenendo intatta l'efficacia dell'ECI.

Kontakt

Bruxelles

Strasbourg