Please fill this field
Marco DREOSTO Marco DREOSTO
Marco DREOSTO

Grupo Identidade e Democracia

Membro

Itália - Lega (Itália)

Data de nascimento : , SPILIMBERGO

Declarações de voto escritas Marco DREOSTO

Os deputados podem fazer uma declaração de voto escrita relativa à sua votação em sessão plenária. Artigo 194.º

Constituição de uma comissão de inquérito para investigar alegadas contravenções ou má administração na aplicação do direito da União relacionadas com a proteção dos animais durante o transporte dentro e fora da União, e a definição das suas responsabilidades, número de membros e duração do mandato (B9-0191/2020) IT

19-06-2020

. – Con questa votazione, il Parlamento decide di costituire una commissione d'inchiesta incaricata di esaminare le denunce di infrazione nell'applicazione del diritto dell'Unione, in relazione all'attuazione da parte degli Stati membri e al controllo dell'applicazione ,da parte della Commissione europea del regolamento (CE) n. 1/2005. A questo organismo verrebbe assegnata una funzione di controllo delle eventuali inadempienze della Commissione europea, nel vigilare l'operato degli Stati membri ma, fattore discutibile e controverso, il compito di vagliare le "denunce" di inadempienza provenienti dalla "società civile", in merito alle violazioni di legge sul trasporto di animali vivi. Pur riconoscendo che esistono situazioni e casi di mancato rispetto delle suddette norme, e che il grado di evoluzione e di presidio delle prescrizioni sanitarie e veterinarie nei diversi paesi dell'Unione, incide sul manifestarsi di quelle realtà, segnaliamo la grande opera di strumentalizzazione a danno del settore zootecnico che potrebbe trovare, in questa commissione speciale, legittimazione e vigore. Perciò mi sono astenuto dal voto.

Cooperação administrativa em matéria fiscal: diferimento de certos prazos devido à pandemia de COVID-19 (C9-0134/2020) IT

19-06-2020

La direttiva ha origine dalla richiesta avanzata da parte di un certo numero di Stati membri, i quali hanno domandato il rinvio di alcuni termini di comunicazione e lo scambio di informazioni, ai sensi della direttiva 2011/16/UE del Consiglio, del 15 febbraio 2011, relativa alla cooperazione amministrativa nel settore fiscale. La crisi causata dalla pandemia CODIV, e più specificatamente le varie perturbazioni professionali dovute al lavoro a distanza a causa del confinamento, ha messo infatti istituzioni e persone fisiche nell'impossibilità di comunicare questi dati, per lo più relativi a meccanismi transfrontalieri, e, di conseguenza, ha messo gli Stati nell'incapacità di raccoglierli.
Con questa direttiva si apportano quindi modifiche ai termini per la comunicazione e lo scambio di informazioni sui conti finanziari, i cui beneficiari sono fiscalmente residenti in un altro Stato membro e ai meccanismi transfrontalieri soggetti a notifica, facendo slittare di circa tre mesi tutte le date originariamente previste.
Si prevede inoltre la possibilità di prorogare una volta, il periodo di rinvio per la comunicazione e lo scambio di informazioni, nel caso in cui se ne presenti ancora una necessità, attraverso atti delegati della Commissione.
Ho espresso quindi, voto favorevole.

Iniciativa de cidadania europeia: medidas temporárias respeitantes aos prazos para os períodos de recolha, verificação e exame tendo em conta o surto de COVID-19 (C9-0142/2020 - Loránt Vincze) IT

19-06-2020

Al fine di preservare l'efficacia dello strumento dell'iniziativa dei cittadini europei, durante la pandemia e fornire rassicurazioni e chiarezza giuridica agli organizzatori delle iniziative, la cui fase di raccolta, verifica o esame è in corso, occorre adottare misure temporanee che consentano di prolungare i corrispondenti periodi di raccolta. Dovrebbero essere adottate misure temporanee analoghe per consentire agli Stati membri, di chiedere alla Commissione europea una proroga del periodo di verifica, nel caso in cui le loro autorità competenti non possano completare la verifica entro i termini, a seguito delle misure adottate per contrastare la pandemia.
Analogamente, il Parlamento europeo e la Commissione europea dovrebbero essere autorizzati a rinviare l'audizione pubblica e la riunione con gli organizzatori fino al momento in cui la situazione sanitaria nel paese, in cui intendono organizzare tali riunioni, consenta la tenuta dell'evento Il periodo corrispondente per l'esame di un'iniziativa valida dovrebbe essere prorogato di conseguenza.
Non ravvisando particolari criticità ho espresso un voto finale favorevole.

A lei da segurança nacional da RPC para Hong Kong e a necessidade de a UE defender o elevado grau de autonomia de Hong Kong (RC-B9-0169/2020, B9-0169/2020, B9-0171/2020, B9-0173/2020, B9-0174/2020, B9-0176/2020, B9-0181/2020, B9-0193/2020) IT

19-06-2020

La risoluzione deplora l'introduzione unilaterale della legislazione sulla sicurezza nazionale da parte di Pechino a Hong Kong, in quanto si tratta di un attacco globale all'autonomia della città, allo stato di diritto e alle libertà fondamentali, che minaccia l'integrità di "Un Paese, due sistemi" come stabilito dalla dichiarazione congiunta sino-britannica.
Si condannano le continue interferenze cinesi negli affari interni di Hong Kong, nonché le ripetute violazioni dei diritti umani nei confronti di centinaia di attivisti e gruppi di opposizione. Si chiede inoltre di vincolare i futuri negoziati per un accordo di investimento UE-Cina al rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, anche per fare pressione sulle autorità cinesi affinché mantengano l'elevato grado di autonomia di Hong Kong.
Ho espresso perciò voto favorevole.

Proteção europeia dos trabalhadores transfronteiriços e sazonais no contexto da crise da COVID-19 (B9-0172/2020) IT

19-06-2020

La risoluzione evidenzia la necessità di tutelare i lavoratori frontalieri e stagionali colpiti dalla crisi del COVID-19. Questi lavoratori sono stati infatti tra i più penalizzati dalla pandemia di Coronavirus e dalla conseguente chiusura delle frontiere e necessitano quindi di opportune misure di protezione sociale e previdenziale.
Negli emendamenti che abbiamo presentato, oltre a sottolineare come l'accesso al mercato del lavoro e le politiche sociali e nazionali siano di competenza degli Stati membri, affrontiamo anche il tema molto attuale dei lavoratori stagionali. A questo proposito respingiamo ogni tentativo di regolarizzare gli immigrati clandestini che vengono impiegati come lavoratori stagionali e chiediamo di valutare l'introduzione di voucher per regolamentare questi lavori e far fronte al bisogno di manodopera, dando ovviamente precedenza ai tanti lavoratori italiani (o immigrati regolari) disoccupati e in cerca di lavoro.
Per questo, il mio voto è stato positivo.

Estratégia Europeia para a Deficiência pós-2020 (B9-0123/2020) IT

18-06-2020

Relazione ampiamente condivisibile, sulla strategia europea per la disabilità post 2020, nella quale compaiono anche i diversi contributi portati dalla nostra delegazione, sotto forma di emendamenti. La relazione è stata approvata all'unanimità in commissione EMPL. Abbiamo presentato 4 emendamenti per la Plenaria, volti a sottolineare soprattutto la necessità del riconoscimento reciproco dello stato di disabilità fra i diversi Paesi dell'UE, al fine di stabilire norme e diritti comuni (civili, politici, economici e sociali) per le persone disabili.
Ho espresso voto favorevole.

Quitação 2018 : Agência Ferroviária da União Europeia (A9-0061/2020 - Ryszard Czarnecki) IT

14-05-2020

Ho espresso voto negativo alla relazione sul discarico per l'esecuzione del bilancio generale dell'Unione europea (ERA) per l'esercizio 2020 dell'Agenzia ferroviaria europea, perché ritengo che l'Agenzia necessiti di maggior supervisione e controllo sui costi e sui risultati raggiunti. Inoltre le attività ERA vengono svolte all'interno dei seggi francesi di Lilla e Valenciennes, esponendo la stessa all'aumento dei costi di gestione. In un contesto di crisi economica e sanitaria come quello odierno, ritengo che le agenzie europee debbano essere controllate in maniera rigorosa e che la loro esistenza ed i fondi stanziati per le attività debbano essere realisticamente giustificati.

Quitação 2018 : Orçamento geral da UE - Tribunal de Contas (A9-0031/2020 - Tomáš Zdechovský) IT

14-05-2020

Ho votato a favore sulla concessione del discarico alla Corte dei conti. La Corte dei conti tra le istituzioni UE è infatti l'unica ad esprimere il ruolo di garante nella spesa dei fondi pubblici per mezzo di una supervisione annuale delle entrate e delle uscite delle varie istituzioni e delle agenzie europee, strumento necessario per rendere evidenti eventuali errori, mala gestione e frodi, che potrebbero celarsi all'interno del bilancio dell'Unione europea.

Medidas temporárias respeitantes às assembleias gerais das sociedades europeias (SE) e das sociedades cooperativas europeias (SCE) IT

14-05-2020

Il regolamento (CE) n. 2157/2001 del Consiglio, dell'8 ottobre 2001, relativo allo statuto della Società europea (SE) e il regolamento (CE) n. 1435/2003 del Consiglio, del 22 luglio 2003, relativo allo statuto della Società cooperativa europea (SCE), stabiliscono le norme per la costituzione e il funzionamento delle rispettive entità che essi disciplinano (SE e SCE). Entrambi i regolamenti inoltre, armonizzano il termine per lo svolgimento dell'assemblea generale.
Poiché le circostanze eccezionali dovute alla Covid-19 esulano dal controllo sia delle SE e delle SCE, sia degli Stati membri, la presente proposta stabilisce a livello dell'UE, una deroga temporanea al termine di cui all'articolo 54 del regolamento SE e all'articolo 54 del regolamento SCE. Tale deroga temporanea dovrebbe consentire alle SE e alle SCE di tenere l'assemblea generale entro 12 mesi dalla chiusura dell'esercizio ma comunque non oltre il 31 dicembre 2020. Tale deroga temporanea è necessaria per consentire alle SE e alle SCE di provvedere ai preparativi necessari per l'assemblea generale, e fornire la certezza del diritto per quanto riguarda l'adempimento degli obblighi previsti dai regolamenti SE e SCE, perció, ho espresso voto positivo.

Previsão de receitas e despesas do Parlamento para o exercício de 2021 (A9-0102/2020 - Olivier Chastel) IT

14-05-2020

Si tratta della relazione che analizza il bilancio del Parlamento europeo, previsto per il prossimo anno, che in questo caso coincide anche con il primo del nuovo ciclo di programmazione 2021-2027. L'accordo finale raggiunto tra la commissione bilanci e l'Ufficio di Presidenza, fissa un importo con un incremento del 2,54% rispetto al 2020.
Tra le altre, viene poi sottolineata l'intenzione dell'Istituzione di espandere le proprie attività e la propria presenza diplomatica oltre le frontiere dell'Unione in Indonesia (Giacarta), Etiopia (Addis Abeba) e Stati Uniti (New York), e si coglie con favore la proposta di potenziare l'Evento europeo per i giovani (EYE)
La volontà di aumentare la visibilità dell'Istituzione, sia attraverso "esperienze mobili" o uffici locali in UE, o fuori, serve esclusivamente a beneficio della linea politica decisa dalla maggioranza di Bruxelles, per cui l'impostazione è sempre quella di voler sottolineare quanto di buono faccia l'Unione per i cittadini e non anche le difficoltà provocate da numerose scelte scellerate prese in tutti questi anni.
I pochi elementi positivi presenti nel testo di quest'anno non mi consentono in ogni caso di modificare la mia posizione rispetto ad un voto negativo.

Contacto

Bruxelles

Strasbourg