L'attuazione della Carta dei diritti fondamentali nel quadro istituzionale dell'Unione europea

22-11-2016

Le istituzioni dell'Unione europea devono tener conto della Carta dei diritti fondamentali nella progettazione e nell'attuazione dei provvedimenti legislativi e delle politiche, sia nell'attività legislativa e politica interna all'Unione, sia nelle relazioni esterne dell'UE. Il presente studio è stato commissionato dal dipartimento tematico Diritti dei cittadini e affari costituzionali, su richiesta della commissione per gli Affari costituzionali del Parlamento europeo, per analizzare il modo in cui tale compito viene assolto: lo studio esamina il ruolo della Carta nel processo legislativo, nella governance economica dell'Unione, nell'operato delle agenzie dell'UE, nell'attuazione della legislazione dell'UE da parte degli Stati membri e, per quanto riguarda le relazioni esterne dell'Unione, sia nelle politiche commerciali e di investimento che nella politica estera e di sicurezza comune. Si sofferma infine su alcune lacune che si riscontrano nella tutela giurisdizionale offerta dalla Carta e individua le misure che potrebbero servire a concretizzare ulteriormente il potenziale della Carta stessa.

Le istituzioni dell'Unione europea devono tener conto della Carta dei diritti fondamentali nella progettazione e nell'attuazione dei provvedimenti legislativi e delle politiche, sia nell'attività legislativa e politica interna all'Unione, sia nelle relazioni esterne dell'UE. Il presente studio è stato commissionato dal dipartimento tematico Diritti dei cittadini e affari costituzionali, su richiesta della commissione per gli Affari costituzionali del Parlamento europeo, per analizzare il modo in cui tale compito viene assolto: lo studio esamina il ruolo della Carta nel processo legislativo, nella governance economica dell'Unione, nell'operato delle agenzie dell'UE, nell'attuazione della legislazione dell'UE da parte degli Stati membri e, per quanto riguarda le relazioni esterne dell'Unione, sia nelle politiche commerciali e di investimento che nella politica estera e di sicurezza comune. Si sofferma infine su alcune lacune che si riscontrano nella tutela giurisdizionale offerta dalla Carta e individua le misure che potrebbero servire a concretizzare ulteriormente il potenziale della Carta stessa.