26

risultato/i

Parola(e)
Tipo di pubblicazione
Settore di intervento
Parole chiave
Data

Commitments made at the hearing of Kadri SIMSON, Commissioner-designate - Energy

22-11-2019

The commissioner-designate, Kadri Simson, appeared before the European Parliament on 03 October 2019 to answer questions from MEPs’ in the Committees on Industry, Research and Energy. During the hearing, she made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to her portfolio, as described in the mission letter sent to her by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission, including: - Safe, secure and sustainable energy; - Empowering people ...

The commissioner-designate, Kadri Simson, appeared before the European Parliament on 03 October 2019 to answer questions from MEPs’ in the Committees on Industry, Research and Energy. During the hearing, she made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to her portfolio, as described in the mission letter sent to her by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission, including: - Safe, secure and sustainable energy; - Empowering people and regions.

Commitments made at the hearing of Mariya GABRIEL, Commissioner-designate - Innovation and Youth

22-11-2019

The commissioner-designate, Mariya Gabriel, appeared before the European Parliament on 30 September 2019 to answer questions from MEPs’ in the Committees on Industry, Research and Energy and on Culture and Education. During the hearing, Ms Gabriel made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to her portfolio, as described in the mission letter sent to her by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission, including: - Education, ...

The commissioner-designate, Mariya Gabriel, appeared before the European Parliament on 30 September 2019 to answer questions from MEPs’ in the Committees on Industry, Research and Energy and on Culture and Education. During the hearing, Ms Gabriel made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to her portfolio, as described in the mission letter sent to her by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission, including: - Education, research and innovation; and - Culture, youth and sport.

Commitments made at the hearing of Thierry BRETON, Commissioner-designate - Internal Market

22-11-2019

The commissioner-designate, Thierry Breton, appeared before the European Parliament on 14 November 2019 to answer questions put by MEPs from the Committees on Industry, research and energy and Internal market and consumer protection. During the hearing, he made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to his portfolio, as described in the mission letter sent to him by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission, including: - The ...

The commissioner-designate, Thierry Breton, appeared before the European Parliament on 14 November 2019 to answer questions put by MEPs from the Committees on Industry, research and energy and Internal market and consumer protection. During the hearing, he made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to his portfolio, as described in the mission letter sent to him by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission, including: - The digital economy and society; - A future-ready European industry and single market; and - Defence industry and space.

Commitments made at the hearing of Margrethe VESTAGER, Executive Vice-President-designate - Europe Fit for Digital Age

22-11-2019

The commissioner-designate, Margrethe Vestager, appeared before the European Parliament on 8 October 2019 to answer questions from MEPs in the Committees on Industry, Research and Energy, Internal Market and Consumer Protection and Economic and Monetary Affairs. During the hearing, she made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to her portfolio, as described in the mission letter sent to her by Ursula von der Leyen, President-elect of the European ...

The commissioner-designate, Margrethe Vestager, appeared before the European Parliament on 8 October 2019 to answer questions from MEPs in the Committees on Industry, Research and Energy, Internal Market and Consumer Protection and Economic and Monetary Affairs. During the hearing, she made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to her portfolio, as described in the mission letter sent to her by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission and include a Europe fit for the digital age and competition.

Reti transeuropee — orientamenti

01-02-2018

Il trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) mantiene le reti transeuropee (TEN) nel settore dei trasporti, dell'energia e delle telecomunicazioni, menzionate per la prima volta nel trattato di Maastricht, per collegare tutte le regioni dell'UE. Le reti sono strumenti preposti a contribuire alla crescita del mercato interno e all'occupazione, perseguendo allo stesso tempo obiettivi ambientali e di sviluppo sostenibile. Alla fine del 2013 la rete transeuropea dei trasporti è stata oggetto ...

Il trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) mantiene le reti transeuropee (TEN) nel settore dei trasporti, dell'energia e delle telecomunicazioni, menzionate per la prima volta nel trattato di Maastricht, per collegare tutte le regioni dell'UE. Le reti sono strumenti preposti a contribuire alla crescita del mercato interno e all'occupazione, perseguendo allo stesso tempo obiettivi ambientali e di sviluppo sostenibile. Alla fine del 2013 la rete transeuropea dei trasporti è stata oggetto di una profonda riforma.

Il finanziamento delle reti transeuropee

01-02-2018

Le reti transeuropee (RTE) sono in parte finanziate dall'Unione europea e in parte dagli Stati membri. L'aiuto finanziario dell'Unione funge da catalizzatore, poiché sono gli Stati membri che devono fornire la maggior parte del finanziamento. Il finanziamento delle reti transeuropee può essere altresì integrato da fondi strutturali, da un aiuto della Banca europea degli investimenti o da contributi provenienti dal settore privato. Una riforma di rilievo è stata introdotta nell'ambito delle reti transeuropee ...

Le reti transeuropee (RTE) sono in parte finanziate dall'Unione europea e in parte dagli Stati membri. L'aiuto finanziario dell'Unione funge da catalizzatore, poiché sono gli Stati membri che devono fornire la maggior parte del finanziamento. Il finanziamento delle reti transeuropee può essere altresì integrato da fondi strutturali, da un aiuto della Banca europea degli investimenti o da contributi provenienti dal settore privato. Una riforma di rilievo è stata introdotta nell'ambito delle reti transeuropee attraverso l'istituzione, nel 2013, del meccanismo per collegare l'Europa.

Comunicazione a prezzi accessibili per i cittadini e le imprese

01-02-2018

Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e i servizi di dati e di accesso a Internet si sono sostituiti ai servizi telefonici tradizionali, diventando prodotti essenziali sia per i consumatori che per le imprese. Oggigiorno sempre più contenuti audiovisivi sono disponibili su richiesta e la connettività Internet con la tecnologia 4G e 5 G sta conoscendo una crescita esponenziale. In risposta a tale fenomeno, l'Unione europea ha istituito un quadro normativo per le telecomunicazioni ...

Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e i servizi di dati e di accesso a Internet si sono sostituiti ai servizi telefonici tradizionali, diventando prodotti essenziali sia per i consumatori che per le imprese. Oggigiorno sempre più contenuti audiovisivi sono disponibili su richiesta e la connettività Internet con la tecnologia 4G e 5 G sta conoscendo una crescita esponenziale. In risposta a tale fenomeno, l'Unione europea ha istituito un quadro normativo per le telecomunicazioni che disciplina le telecomunicazioni fisse e senza fili, Internet e i servizi di radiodiffusione e trasmissione, attraverso una serie di norme che si applicano in tutti gli Stati membri.

Principi generali della politica industriale dell'UE

01-02-2018

La politica industriale dell'Unione ha lo scopo di rendere l'industria europea più competitiva in modo che possa mantenere il proprio ruolo di elemento motore per la crescita sostenibile e l'occupazione in Europa. Sono state adottate diverse strategie per garantire migliori condizioni generali all'industria dell'UE: la più recente è illustrata nella comunicazione del gennaio 2014 intitolata «Per una rinascita industriale europea».

La politica industriale dell'Unione ha lo scopo di rendere l'industria europea più competitiva in modo che possa mantenere il proprio ruolo di elemento motore per la crescita sostenibile e l'occupazione in Europa. Sono state adottate diverse strategie per garantire migliori condizioni generali all'industria dell'UE: la più recente è illustrata nella comunicazione del gennaio 2014 intitolata «Per una rinascita industriale europea».

Politica dell'innovazione

01-02-2018

L'innovazione ha un ruolo sempre più importante nella nostra economia. Essa va a vantaggio dei cittadini, sia in quanto consumatori che in quanto lavoratori. È fondamentale per creare posti di lavoro migliori, costruire una società più verde e migliorare la qualità della nostra vita, ma anche per salvaguardare la competitività dell'Unione europea sul mercato mondiale. La politica dell'innovazione rappresenta l'anello di collegamento tra la politica in materia di ricerca e sviluppo tecnologico e la ...

L'innovazione ha un ruolo sempre più importante nella nostra economia. Essa va a vantaggio dei cittadini, sia in quanto consumatori che in quanto lavoratori. È fondamentale per creare posti di lavoro migliori, costruire una società più verde e migliorare la qualità della nostra vita, ma anche per salvaguardare la competitività dell'Unione europea sul mercato mondiale. La politica dell'innovazione rappresenta l'anello di collegamento tra la politica in materia di ricerca e sviluppo tecnologico e la politica industriale e il suo obiettivo è creare un contesto favorevole affinché le idee possano approdare sul mercato.

Industria della difesa

01-02-2018

Con un giro d'affari che nel 2014 è stato di 97,3 miliardi di euro, con 500 000 dipendenti diretti e con 1,2 milioni di posti di lavoro indiretti, l'industria europea della difesa è un settore industriale di primaria importanza. È caratterizzata da componenti economiche e tecnologiche che rappresentano fattori importanti per la competitività dell'industria europea. Istituita nel 2004, l'Agenzia europea per la difesa contribuisce allo sviluppo di questo settore, che attualmente deve affrontare varie ...

Con un giro d'affari che nel 2014 è stato di 97,3 miliardi di euro, con 500 000 dipendenti diretti e con 1,2 milioni di posti di lavoro indiretti, l'industria europea della difesa è un settore industriale di primaria importanza. È caratterizzata da componenti economiche e tecnologiche che rappresentano fattori importanti per la competitività dell'industria europea. Istituita nel 2004, l'Agenzia europea per la difesa contribuisce allo sviluppo di questo settore, che attualmente deve affrontare varie sfide, come la frammentazione del mercato e la diminuzione della spesa nel settore della difesa.

Partner